La storia di Sasa Djordjevic si è intrecciata molte volte con quella dell’Italia nell’ultimo quarto di secolo, a partire da quando, nel 1992, dopo l’Eurolega conquistata con la maglia del Partizan Belgrado grazie a una sua tripla a fil di sirena nella finale contro lo Joventut Badalona, è passato all’Olimpia Milano, dov’è rimasto fino al 1994. Da lì, il passaggio alla Fortitudo Bologna di Sergio Scariolo, prima di volare in NBA a Portland e in Spagna a mietere trofei con Barcellona e Real Madrid. Nel 2003 il ritorno nel nostro Paese con la maglia di Pesaro e, infine, la chiusura della carriera nella sua Olimpia Milano, dove la stagione successiva inizia la sua carriera in panchina, proseguita a Treviso prima di assumere la guida della Nazionale serba.

E Djordjevic è stato in ballo per sostituire Ettore Messina sulla panchina della squadra azzurra, prima che la scelta della Federazione cadesse su Romeo Sacchetti; i due coach si scontreranno mercoledì 13 alla guida di Serbia e Italia per i quarti di finale di EuroBasket 2017 a Istanbul. L’Italia non ha mai vinto contro la Serbia nelle fasi finali di un Europeo: il bilancio è di tre sconfitte nelle ultime tre competizioni continentali nelle quali le due squadre si sono affrontate e, più in generale, gli azzurri hanno ottenuto solamente 2 vittorie su 8 scontri diretti.

Le parole degli azzurri

L’Italia ha ben impressionato, dopo una fase a gironi dal rendimento altalenante, negli ottavi di finale contro la Finlandia e uno dei migliori è stato Nicolò Melli, atteso a una grande prova anche mercoledì sera: «Abbiamo entusiasmo e fiducia e questo ci aiuterà a prepararci al meglio in vista della prossima sfida. La Serbia? Credo sia una delle pretendenti all'oro. Non sarà semplice affrontarli, come non lo è stato ad Atene qualche settimana fa: dovremo essere sereni, tranquilli e aggressivi come abbiamo fatto negli ottavi». Anche Marco Cusin ha parlato alla stampa della sfida contro la formazione di Djordjevic: «La Serbia ha un grandissimo talento negli esterni e nei lunghi. Sono una squadra abituata a questo tipo di partite e noi dovremo giocare una gara tatticamente precisa. Solidità in difesa e movimento della palla potrebbero essere le chiavi per cercare di approdare in semifinale».

Sasa Djordjevic: Messina è uno dei migliori di sempre

Il tecnico serbo ha parlato alla vigilia del match contro gli azzurri: «Li affronteremo senza paura. Non sono sorpreso dal loro cammino, l'Italia deve sempre aspirare al massimo. Contro la Finlandia hanno giocato un ottimo primo tempo con scelte di tiro perfette, Datome e Belinelli organizzano il gioco e i lunghi fanno un lavoro eccezionale. E poi c'è Messina che è uno dei migliori di sempre in panchina. C'è tanto rispetto, ma non paura».

Il tema della partita

Italia e Serbia scenderanno in campo alle 20.30 italiane (21.30 locali) di mercoledì 13 settembre al Sinan Erdem Dome di Istanbul per l’ultimo dei quarti finale, il piatto forte della giornata: serbi favoriti dai bookmakers di 888sport.it a 1.28 contro il 3.85 degli azzurri, ma la sfida non è impossibile per Datome e compagni. L’Italia ha avuto, fino a questo punto, nei tiri da tre e nella difesa i suoi punti di forza e dovrà essere brava a sfruttarli come armi letali contro la squadra di Sasa Djordjevic.

Il centro Paul Biligha sarà una delle chiavi del gioco italiano, dovendo assumere il compito di marcare un piccolo per consentire alla squadra di cambiare in difesa su ogni uomo, come è sempre accaduto in questo Europeo. Il più temibile tra i serbi è Bogdan Bogdanovic dei Sacramento Kings, che ha una media a EuroBasket di oltre 19 punti a partita. Occhio anche al centro dei Detroit Pistons, Boban Marjanovic, che dall’alto dei suoi 222 cm può fare la differenza in avanti.

In palio le medaglie

La posta in gioco è altissima: ci si gioca l’accesso alle semifinali, che significa andare alle sfide per le medaglie. La vincente di Italia–Serbia se la vedrà in semifinale contro la Grecia o la Russia, mentre l’altra parte del tabellone ha già la sua semifinale, che vedrà di fronte Spagna e Slovenia.

Tutte le quote dei quarti di finale di EuroBasket 2017 su 888sport.it

L’ultima volta che l’Italia è salita sul podio di un campionato europeo è stata nel 2003, quando ha sconfitto la Francia 69-67 nella finale per il terzo posto. Quattro anni prima a Parigi gli azzurri di Tanjevic vinsero il titolo continentale superando in finale la Spagna 64-56, migliorando gli argenti di Barcellona del 1997 e Roma del 1991, ma, soprattutto, bissando lo storico trionfo di Nantes datato 1983 (sempre in finale con la Spagna, battuta 105-96). Secondo noi l’Italia di Ettore Messina ha tutto per tornare nuovamente a giocarsi un posto sul podio e, quindi, suggeriamo di puntare su di loro nella partita di mercoledì sera contro la Serbia.

Scommessa consigliata: Italia–Serbia 1 @3.85

Sull'autore
Di
888sport

The 888sport blog, based at 888 Towers in the heart of London, employs an army of betting and tipping experts for your daily punting pleasure, as well as an irreverent, and occasionally opinionated, look at the absolute madness that is the world of sport.

Articoli Correlati
Ruoli basket | ruoli pallacanestro | quintetto basket

I ruoli nel basket

Nico Mannion | Niccolò Mannion | Mannion

Il figlio prodigo

achille polonara | polonara | polonara basket

Il faro del basket

Italia basket - Nazionale italiana basket - Nazionale basket

A Tokyo con merito

Telerium | Telerium Sport | Telerium TV

Streaming libero