È stata una delle estati più divertenti e spettacolari degli ultimi anni nel mondo NBA, tra li fascino del Draft e una free-agency da record. Dopo la sorprendente vittoria dei Toronto Raptors e le apparenti difficoltà dei Golden State Warriors, molte franchigie hanno deciso di andare all-in.

 

Il bonus di benvenuto di 100 euro di 888sport!

I primi a muoversi sono stati i Los Angeles Lakers, che già la scorsa stagione hanno provato in tutti i modi ad arrivare ad Anthony Davis. La Draft Lottery che ha premiato, a sorpresa, i New Orleans Pelicans con la prima scelta assoluta ha aiutato i gialloviola. Con la certezza di arrivare a Zion Williamson, la franchigia della Louisiana ha deciso di accettare la maxi-offerta dei Lakers ricostruendo una squadra giovanissima intorno alla stella proveniente da Duke.

Segui il primo derby di Los Angeles nella notte del 23 ottobre con le scommesse live di 888sport!

Così la franchigia los angelina è riuscita ad affiancare a LeBron James un grande campione per provare la corsa al titolo mantenendo anche Kyle Kuzma come terzo violino. Il sogno dei Lakers era portare anche Kawhi Leonard a Los Angeles, dopo che l’ex San Antonio ha guidato i Raptors al titolo contro i Warriors. La scelta del numero 2 di Toronto è ricaduta su Los Angeles, ma preferendo la franchigia che ha sempre avuto nel suo cuore...

I Clippers di Doc Rivers potranno dunque contare sul talento di Leonard ma non solo, perché via trade è arrivato anche Paul George con il sacrificio di Danilo Gallinari, andato ad Oklahoma City dove potrà essere una delle prime punte dell’attacco dei Thunder. Con Westbrook? No, neanche Russell sarà al fianco di Gallinari ad Oklahoma City perché il numero 0 è tornato al fianco di James Harden a Houston per provare a portare i Rockets a quel titolo che la squadra di Mike D’Antoni sta cercando ormai da tre stagioni. 

RIBALTONE NEW YORK - La città principale della free-agency, però, è stata senza dubbio New York. Per quasi una stagione i Knicks hanno corteggiato il duo Kyrie Irving-Kevin Durant per riportare New York nell’élite della NBA. Per liberare ancor più spazio salariale e firmare i due fuoriclasse i Knicks hanno deciso di sacrificare l’unica stella del loro roster. Seppur infortunato, Kristaps Porzingis era l’anima dei Knicks e l’idolo di New York ed è stato ceduto a Dallas ottenendo solo contratti in scadenza in cambio.

Il risultato finale? I Brooklyn Nets hanno deciso anche loro di sacrificare il loro miglior talento ovvero DeAngelo Russell giocando però un bruttissimo scherzo ai “cugini”. Il duo Irving-Durant infatti ha deciso di dire sì al progetto dei Nets spegnendo così i sogni dei Knicks, che si affidano ora ad RJ Barrett, terza scelta assoluta all’ultimo Draft dopo un’annata a Duke al fianco di Zion Williamson. 

LE ALTRE - I campioni NBA hanno dovuto salutare Kawhi Leonard e hanno deciso di mantenere comunque il gruppo vincitore delle Finals contro i Warriors. Golden State che ha perso Durant e Iguodala ha deciso di firmare l’ex Nets DeAngelo Russell per creare un back-court stellare con Curry e Thompson, anche se quest’ultimo sarà out per diversi mesi per la rottura del legamento crociato del ginocchio. Per le scommesse sportive, il titolo dei nuovi Warriors di casa a San Francisco vale 15!

I Philadelphia 76ers hanno dovuto salutare Jimmy Butler destinazione Miami, ma dagli Heat è arrivato Josh Richardson e in più è stato firmato in free-agency Al Horford da Boston per creare un quintetto potenzialmente da NBA Finals.

A proposito dei Celtics, il posto di Kyrie Irving sarà preso da Kemba Walker, nuovo go-to-guy dei verdi al fianco di Jayson Tatum. Le altre due pretendenti alle Finals ad Est, in attesa del recupero di Durant dall’infortunio che lo terrà fuori per tutta la stagione, sono i Bucks e i Pacers.

Per le scommesse basket il successo di Boston nell'Atlantic Division vale 5.5!

A Milwaukee hanno dovuto salutare Malcom Brogdon, ma le conferme di Middleton e Brook Lopez al fianco di Giannis Antetokoumpo confermano le ambizioni della squadra di coach Mike Budenholzer. Brogdon ha firmato per i Pacers e sarà la point-guard titolare al fianco del rientrante Victor Oladipo, reduce da un infortunio che lo ha tenuto ai box nell’ultima parte della scorsa stagione.

Sarà un’annata intrigante, e con un italiano in più rispetto alla passata stagione perché i New Orleans Pelicans hanno deciso di firmare Nicolò Melli dopo le due annate da protagonista con la maglia del Fenerbahce. 
 

*La foto di apertura dell'articolo è di Elise Amendola (AP Photo).

Sull'autore
Di
Ermanno Pansa

Ermanno è un grande appassionato di sport, in particolare del calcio, vissuto a 360°: come professionista e come tifoso. Ha seguito tutte le fasi finali delle manifestazioni internazionali degli ultimi 15 anni, Mondiali ed Europei.

Amante degli incontri ricchi di gol, collabora quotidianamente con il blog di 888sport, per il quale rappresenta una costante fonte di idee.

Articoli Correlati
NBA, Boston al comando della Eastern Conference: Phila delude

Boston prima. Phila delude

NBA, LBJ ora sorride: Lakers padroni a Ovest, Harden da leggenda

LeBron sorride

NBA, al via una stagione imprevedibile: chi prenderà il posto dei Raptors? 

NBA: chi al posto dei Raptors?

Le sliding doors che cambiano le città: dalle rivalità made in USA al calcio europeo

Sliding doors...

Le sliding doors che cambiano le città: dalle rivalità made in USA al calcio europeo

Sliding doors...