Nonostante la qualificazione già ottenuta, l’Italia di Mancini va in Bosnia con grandi motivazioni. La trasferta di Zenica rappresenta infatti la sfida più ostica per gli Azzurri in questo girone, fino ad oggi dominato dall’Italia. 

A poco più di sei mesi dall’inizio di Euro 2020 la squadra di Mancini affronterà Dzeko, Pjanic e compagni in un match tutt’altro che semplice.

Bosnia praticamente eliminata - Se per l’Italia la qualificazione è già in cassaforte, la Bosnia è con un piede e mezzo fuori dal prossimo europeo. Nonostante questo, la squadra balcanica è stata quella che ha messo maggiormente in difficoltà l’Italia in questo girone nel match di Torino.

All’Allianz Stadium, gli Azzurri hanno sofferto contro la qualità bosniaca, andando sotto alla mezz’ora del primo tempo per il gol di Edin Dzeko. Nella ripresa i gol di Insigne e Verratti hanno ribaltato la gara, regalando una vittoria che è poi risultata fondamentale nel cammino degli Azzurri. Per le scommesse calcio, un'opzione da considerare per il penultimo incontro del girone è l'Over 2.5 @1.82!

In casa Bosnia è successo di tutto negli ultimi mesi, a cominciare dal pesante 4-2 subito a inizio settembre in Armenia. Dopo quel ko il commissario tecnico Robert Prosinecki aveva deciso di dimettersi, salvo poi tornare indietro sui suoi passi solo 72 ore più tardi. La vittoria per 4-1 in casa contro la Finlandia sembrava aver riaperto il discorso qualificazione, ma la sconfitta sul campo della Grecia e il contemporaneo successo dei finnici per 3-0 sull’Armenia ha di fatto sancito l’eliminazione della Bosnia.

Alla Finlandia basterà battere il Liechtenstein in casa per strappare il pass per Euro2020, un’impresa tutt’altro che impossibile. L’Italia però dovrà fare i conti con una delle migliori squadre per rendimento casalingo di queste qualificazione. La Bosnia infatti dovrà recriminare per le quattro sconfitte in altrettante gare disputate in trasferta, dove pesano soprattutto i ko contro Grecia e Armenia di questi ultimi due mesi.

In casa Dzeko e compagni hanno ottenuto dieci dei dodici punti a loro disposizione, pareggiando solamente contro la Grecia dopo aver chiuso il primo tempo avanti per 2-0. Tanti rimpianti che però spingeranno la Bosnia all’impresa nel match di Zenica contro l’Italia, che insieme al Belgio viaggia a punteggio pieno in queste qualificazione con otto vittorie in altrettante gare: sarà interessante seguire la gara venerdì sera anche con le scommesse live di 888sport! 

Il 4-3-3 del Mancio - Presentando le prossime due gare contro la Bosnia prima e l’Armenia poi, il commissario tecnico azzurro Roberto Mancini ha parlato delle possibili scelte e del momento dei giocatori italiani nei rispettivi club: "Come attaccanti avremo Belotti e Immobile, giocheranno una partita per uno. Non è detto che non possano giocare insieme, anche se il 4-3-3 per il momento è consolidato.

La cosa positiva è che i calciatori giochino nelle loro squadra. Bernardeschi, Chiesa e Insigne ad esempio stanno trovando spazio, per noi è importante questo. Barella e Sensi invece sono due giocatori per noi importanti, se sono qui è perché sono tra i migliori in Italia”.

Queste ultime due gare saranno molto importanti per lo stesso Mancini, che dovrà valutare diversi elementi in vista del prossimo Europeo. Le amichevoli che verranno organizzate nei prossimi mesi faranno capire ancora meglio quali saranno le scelte del commissario tecnico, anche se le idee tattiche sembrano piuttosto nette.

Si andrà avanti con il 4-3-3, soluzione che dunque prevede la presenza di un solo centravanti e la scelta ricadrà su uno tra Immobile e Belotti. Al momento Mario Balotelli sembra fuori dal progetto di Mancini; il commissario tecnico ha fatto capire che le porte della Nazionale non sono chiuse per Balotelli, ma ad oggi non è sicuramente tra gli attaccanti più in forma.

Qualora dovesse mantenere una media-gol così straordinaria, sarà Ciro Immobile l’attaccante titolare dell’Italia al prossimo Europeo, con Belotti pronto a giocarsi le sue chances: per le scommesse sportive, sono entrambi quotati @5.50 come primi marcatori in Bosnia! 

Gerarchie che sembrano abbastanza chiare anche a centrocampo, dove il trio Jorginho-Verratti-Barella è stato un marchio di fabbrica di Mancini in questi mesi. A spingere ci sono soprattutto Sensi e Pellegrini, mentre Zaniolo potrebbe rientrare nella rotazione degli esterni dove ad oggi partono in vantaggio Chiesa e Insigne sul talento giallorosso e su Bernardeschi. 

*La foto di apertura dell'articolo è di (Darko Bandic (AP Photo).

Sull'autore
Di
Ermanno Pansa

Ermanno è un grande appassionato di sport, in particolare del calcio, vissuto a 360°: come professionista e come tifoso. Ha seguito tutte le fasi finali delle manifestazioni internazionali degli ultimi 15 anni, Mondiali ed Europei.

Amante degli incontri ricchi di gol, collabora quotidianamente con il blog di 888sport, per il quale rappresenta una costante fonte di idee.

Articoli Correlati
Nations League, la Champions delle Nazionali!

Il torneo salva Federazioni

 

La Nations League elegge le sue quattro finaliste

Le finaliste

Grifo e i suoi fratelli: quando l’emigrato italiano veste azzurro

Grifo e gli altri

Azzurrini, tra panchina e prestiti!

Tra panchina e prestiti

Quelli che la maglia azzurra l’hanno messa una sola volta

Caputo e i suoi fratelli