“Eh ma chissà se arriverà in doppia cifra anche in Serie A…”. Questo il ritornello che da sempre accompagna i grandi bomber della cadetteria nella loro prima stagione, o nel loro ritorno, nella massima serie.

Dopo i tanti attaccanti che hanno sofferto il salto di categoria, serviva un nuovo apripista che potesse dimostrare che i bomber della B possono essere grandi anche nella massima serie. E non solo in Italia, visto che in giro per l’Europa tanti “neopromossi” stanno rispondendo presente quest’anno.

Per le scommesse sportive la salvezza del Brescia al termine del campionato si gioca @1.38!

La scorsa stagione è stata l’annata di Ciccio Caputo, assoluto protagonista con la maglia dell’Empoli. Reduce dai 26 gol realizzati nell’anno della promozione in Serie A, le sedici reti della scorsa stagione hanno dato a Caputo la definitiva consacrazione. Il Sassuolo ha deciso di puntare su di lui investendo nove milioni di euro per strapparlo all’Empoli, che, nonostante le sue 16i reti, è retrocesso all’ultima giornata.

Se il rendimento di Caputo poteva sembrare un unicum, in giro per l’Europa le prime partite ufficiali hanno dimostrato il contrario. A cominciare proprio dalla Serie A, dove è stato già trovato “il nuovo Caputo”. Stiamo parlando di un ex compagno del numero nove del Sassuolo in quel di Empoli, ovvero Alfredo Donnarumma. Il centravanti nell’estate del 2018 aveva lasciato i toscani dopo 23 gol e a Brescia è diventato il capocannoniere della Serie B con 25 reti in 32 presenze.

 

Nell’estate del ritorno a casa di Mario Balotelli, in pochi hanno parlato delle potenzialità sotto porta di Donnarumma in Serie A. L’attaccante di Torre Annunziata, arrivato nella massima serie a quasi 29 anni, ha subito risposto presente segnando tre reti in altrettante giornate. Il gol da tre punti su rigore a Cagliari dopo che il VAR gli aveva tolto il sigillo del primo tempo con un perfetto colpo di testa.

Non è bastata invece la doppietta dell’ultima giornata contro il Bologna nel pirotecnico 4-3 per i rossoblu all’esordio del Brescia nel nuovo Rigamonti in Serie A in un match davvero scoppiettante per le scommesse live

From Championship... to the Champions -  È il sogno di Tammy Abraham. L’attaccante inglese di proprietà del Chelsea ha giocato una stagione strepitosa con la maglia dell’Aston Villa in Championship. Sono state 26 le reti del 22enne che hanno portato i Villans in Premier League, cinque anni dopo l’ultima apparizione nella massima serie.

Abraham era, probabilmente, destinato a un’altra annata in prestito, ma il blocco del mercato in casa Chelsea e la mancata conferma di Higuain ha spinto i Blues a tenerlo come riserva di Olivier Giroud. Frank Lampard, però, ha deciso di dare fiducia al giovane inglese, che ha risposto con due doppiette contro Norwich e Sheffield prima della tripletta contro il Wolverhampton.

Sette reti in cinque presenze e primo posto nella classifica cannonieri in compagnia di un campione come Sergio Aguero.

Il finlandese con il vizio del gol - Non c’è però solo Tammy Abraham tra le sorprese di questo inizio di Premier League. Se l’attaccante del Chelsea si sta candidando come possibile Player Of The Month per settembre, c’è un ex bomber della Championship che è stato appena nominato miglior giocatore di agosto.

Stiamo parlando di Teemu Pukki, centravanti del Norwich reduce dai 29 gol dello scorso anno in Championship. E il mese di agosto dell’attaccante dei Canaries è stato semplicemente strepitoso. Cinque reti nelle prime quattro gare giocate in Premier League, numeri poi ritoccati dalla rete segnata nell’ultima giornata contro il City nell’incredibile vittoria per 3-2 degli uomini di Farke contro i Campioni d’Inghilterra e dai gol con la nazionale finlandese! 

Per le scommesse calcio, il titolo di capocannoniere in Premier a Pukki vale 17!

Negli altri campionati - Non sarà il capocannoniere della Bundesliga, nella quale domina sempre Lewandowski, ma Sebastian Andersson sta provando a guidare l’esordiente Union Berlino nella massima serie tedesca. Dopo i dodici gol della scorsa stagione nella Zweite Bundesliga, l’attaccante svedese ha già segnato tre reti in quattro giornate.

Stesso bottino di reti in Ligue 1 per il senegalese Habibou Mouhamadou Diallo, reduce dai 26 gol realizzati nella cavalcata del suo Metz in Ligue 2 lo scorso anno. 

*La foto di apertura dell'articolo è di Shuji Kajiyama (AP Photo).

Sull'autore
Di
Ermanno Pansa

Ermanno è un grande appassionato di sport, in particolare del calcio, vissuto a 360°: come professionista e come tifoso. Ha seguito tutte le fasi finali delle manifestazioni internazionali degli ultimi 15 anni, Mondiali ed Europei.

Amante degli incontri ricchi di gol, collabora quotidianamente con il blog di 888sport, per il quale rappresenta una costante fonte di idee.

Articoli Correlati
Il gol non è vietato ai minori

Baby Bomber

Quando il gatto… non è nel sacco

Non dire gatto

Quando per affermarsi bisogna cambiare aria

Campioni altrove

Tutte le vittorie con lo scarto più ampio!

Non solo Ajax

La Philips ed il calcio, storia di una sinergia vincente!

La Philips ed il calcio