Il Verona riparte da uno straordinario decimo posto che conferma il clamoroso risultato della stagione precedente, quando, da neopromossi, l'Hellas, collezionando 49 punti, aveva terminato il campionato nella parte sinistra della classifica.

Che valorizzazione per la rosa!

Arriva Eusebio Di Francesco

Il nuovo modulo: 4-3-3

Hellas: il dodicesimo uomo in campo

Gli obiettivi di mercato del Verona

Ivan Ilic, il gioiello

L'operazione Lasagna

L'apporto dato dal tecnico croato Ivan Juric è dento gli occhi di tutti: gli scaligeri, con gli allenatori precedenti, erano stati protagonisti di un antipatico e continuo elastico tra A e B, in particolare per una società così gloriosa ed una tifoseria davvero unica!

Che valorizzazione per la rosa!

L'1-3-4-3 dell'allievo prediletto del Gasp in 24 mesi ha valorizzato una rosa nella quale solo una minima parte di addetti ai lavori credeva.

Nell'estate 2020, l'oggetto del desiderio, in particolare dalle formazioni della Capitale, era stato il centralone Marash Kambulla, ceduto a titolo temporaneo alla Roma per 2 milioni di euro, con un riscatto, al 30 giugno 2022, di ulteriori 13,5 milioni! Una plusvalenza clamorosa per un difensore 2000 cresciuto in casa, per le casse del team gialloblu.

Il Verona ha ancora tanti, tanti talenti in organico; in particolare sugli esterni, sia a destra che a sinistra, ci sono calciatori che farebbero stracomodo alle 7 favorite per le quote vincente scudetto.

Il lavoro di Juric è stato premiato da un contratto record: il Torino di Cairo, prima ancora di andare sul mercato, ha puntato fortissimo sul croato, offrendogli un triennale da 2 milioni di euro più bonus a stagione. Un contratto, quindi, che colloca, d'ufficio, l'ex centrocampista dal mancino raffinato, nella fascia degli allenatori semitop della Serie A!

Arriva Eusebio Di Francesco

A  sostituirlo, è stato chiamato Eusebio Di Francesco. Dalla elettrizzante semifinale di Champions con il Liverpool, il risultato europeo più rilevante per un tecnico italiano nell'ultimo lustro, è giusto evidenziarlo, la carriera dell'ex centrocampista con il vizio del gol è stata veramente complicata.

Arrivato con mille speranze alla Samp nell'estate 2019 (nella stagione 2018/2019, i blucerchiati avevano chiuso all'ottavo posto, anche grazie alle reti di Fabio Quagliarella capocannoniere con 26 centri), a Genova il tecnico abruzzese è durato solo sette partite.

Lo score? Ultimo posto, sei sconfitte ed una sola vittoria per una squadra che, poi, con il subentrante Claudio Ranieri si salverà con discreta facilità.

Fa sorridere come il management che accompagna Difra avesse inserito nel riecco biennale da oltre 1,5 milioni a stagione, sottoscritto con la società di Ferrero, una clausola per il bonus ulteriore dell'1% sull'importo relativo alla cessione di ciascun giocatore valorizzato... 

Non va meglio neanche l'avventura successiva al Cagliari, una squadra di tutto rispetto che aveva ingaggiato un paio di giocatori di livello assoluto per onorare sino alla fine l'anno del proprio Centenario. Anche qui il bottino è davvero da incubo per chi puntava sul Cagliari per le scommesse serie A: terzultimo posto con 15 punti in 23 giornate, e 14 sconfitte.

Il numero, però, davvero incredibile, per uno Starting Eleven che si presentava con Cragno, Godin, Nainggolan (da gennaio), Nandez, João Pedro e tanti altri buoni giocatori è il 16; tante sono state le giornate senza vittorie, al momento dell'esonero di Di Francesco dal sabato pomeriggio della vittoria sulla Samp!

Il nuovo modulo: 4-3-3

Una cosa è certa, se c'era su piazza un allenatore stimolato a far bene e che vivrà il Centro Sportivo ‘Paradiso’ di Peschiera h24 quello era proprio Eusebio che con l'Hellas ha l'occasione, non certo scontata, di affrancarsi dalle ultime due stagioni professionali poco felici.

Il primo quesito che ci viene da porre è se si insisterà sui tre centrali difensivi o si passerà alla difesa a 4; normale, infatti, che due esterni di qualità assoluta come Davide Faraoni e Federico Dimarco, 9 gol in due nell'ultima Serie A e la firma sul pari di Napoli, possano trovarsi meglio con un difensore in più alle loro spalle.

Hellas: il dodicesimo uomo in campo

Rispetto alle stagioni di Juric, il nuovo tecnico scaligero troverà un alleato in più: con gli stadi finalmente aperti, vedremo a settembre con quale percentuale di capienza, la Curva Sud del Bentegodi rappresenterà, non solo idealmente, il dodicesimo uomo in campo.

La tifoseria del Verona!

Nello stadio veronese sono cadute tante grandi e, proprio nell'impianto di casa, dovrà costruirsi la prossima e storica salvezza: il Verona, infatti, non disputa quattro campionati consecutivi nella massima serie dai meravigliosi tempi di Osvaldo Bagnoli!

Gli obiettivi di mercato del Verona

Per quanto riguarda il mercato, andranno decifrate prima, le eventuali cessioni, a partire dal gruppo portieri. Si fa il nome di Zaza per l'attacco che completerebbe con Lasagna una coppia di punte mancine davvero scorbutiche.

Se confermato, Zaccagni, con meno compiti difensivi, potrebbe raddoppiare il suo attuale primato personale di 5 gol, partendo largo da sinistra.

Per l'altro gioiello offensivo, Antonin Barak, abile negli inserimenti, anche aerei, partendo da sottopunta, più probabile un posto nel tridente d'attacco, che su un intermedio di centrocampo.

Ivan Ilic, il gioiello

Non è purtroppo di proprietà della società di via Olanda, ma sarebbe davvero un colpaccio rinnovare dal Manchester City il prestito di Ivan Ilic: il centrocampista mancino, classe 2001 ha battuto ogni record in termini di età all'esordio con la Stella Rossa e la nazionale serba.

Sembra il centrale ideale, davanti la difesa per azionare i tagli delle punte dell'Hellas.

L’operazione Kevin Lasagna

Negli ultimi giorni del mercato invernale 2021, al Verona è approdato dall’Udinese, con la formula del prestito per 18 mesi più obbligo di riscatto a 9,5 milioni di euro, l’attaccante che ha esordito in A con il Carpi.

Per l’Hellas l’arrivo della punta mancina è un colpo straordinario; Lasagna era nel giro della Nazionale, decisivo in Polonia, alla prima vittoria ufficiale della gestione Roberto Mancini. Sa agire da riferimento centrale ed è straordinario negli spazi e nelle ripartenze.

Ovviamente non è un bomber di razza, anche se è andato in doppia cifra nella stagione 2019/2020, ma lavora anche tanto per i suoi compagni!

*La foto di apertura dell'articolo è di Gregorio Borgia (AP Photo).

Sull'autore
Di
Ermanno Pansa

Ermanno è un grande appassionato di sport, in particolare del calcio, vissuto a 360°: come professionista e come tifoso. Ha seguito tutte le fasi finali delle manifestazioni internazionali degli ultimi 15 anni, Mondiali ed Europei.

Amante degli incontri ricchi di gol, collabora quotidianamente con il blog di 888sport, per il quale rappresenta una costante fonte di idee.

Articoli Correlati
Dove vedere la Serie A | Come vedere la Serie A | Serie A su DAZN

Serie A su DAZN

Maurizio Arrivabene | arrivabene juventus | arrivabene ferrari

Una guida sicura

Haley Bugeja | Bugeja calciatrice | Haley Bugeja Sassuolo

Haley il diamante

Eleonora Goldoni | Goldoni Napoli | Eleonora Goldoni calciatrice più bella

La più social

Cristiana Girelli | Girelli Juventus | Cistiana Girelli 10

Cristiana vuol dire Scudo