Tra le tante società importanti che negli ultimi anni hanno avuto problemi economici e sono fallite il Palermo merita certamente un posto d’onore. Il club rosanero nel corso del nuovo millennio è stato grande protagonista in Serie A, raggiungendo la qualificazione alle Coppe Europee, fornendo alla nazionale campione del mondo 2006 ben quattro calciatori e lanciando talenti che poi hanno scritto la storia del calcio italiano e mondiale, come Barzagli, Cavani, Dybala o Pastore.

Il bonus di benvenuto di 888sport!

Il Palermo nel gruppo City

Il mercato 2021 dei rosanero

Gli obiettivi del Palermo sul mercato

Acquisti e cessioni record - Palermo

Il gruppo Palermo in Azzurro!

Il Palermo nel gruppo City

Il fallimento del 2019 ha portato la società siciliana a ripartire dalla Serie D, ma in capo a tre stagioni i rosanero sono riusciti a tornare in Serie B, vincendo il campionato dilettanti e poi scalando, da favoriti per le quote scommesse calcio, la complicata montagna dei playoff della C. 

E ora il futuro sembra assai più rosa che nero. All’orizzonte c’è infatti l’acquisizione del club da parte del City Group, la holding che fa capo al fondo sovrano degli Emirati Arabi Uniti che possiede il Manchester City.

Una possibilità molto concreta, che cambierebbe immediatamente il paradigma su cui valutare il futuro del Palermo, che a quel punto diventerebbe molto più papabile come protagonista della complicata ed imprevedibile Serie B 2023.

Aleksandar Trajkovski con la maglia del Palermo!

E che porterebbe a guardare al mercato dei rosanero con parecchia attenzione, viste le possibilità economiche dei probabili prossimi proprietari.

Il mercato 2021 dei rosanero

Un bel cambio di livello rispetto alla campagna acquisti che ha portato alla promozione nella stagione 2021/22. La squadra è infatti stata costruita a costo zero, nel vero senso della parola. Alla Favorita sono arrivati solo calciatori a titolo gratuito o in prestito, che però si sono rivelati fondamentali nel corso del campionato.

Come il centrocampista Jacopo Dall’Oglio, arrivato a zero dal Catania e diventato il pilastro della mediana, oppure il terzino francese Maxime Giron, preso dal Bisceglie e padrone della fascia mancina.

Il prestito più riuscito è invece certamente quello di Matteo Luigi Brunori, sempre un'ottima opzione come marcatore per le scommesse sportive: centravanti italo-brasiliano di proprietà della Juventus, che ha trascinato l’attacco rosanero con 29 reti stagionali. Buone anche le esperienze di Giuseppe Fella, arrivato dalla Salernitana e che verrà riscattato, di Edoardo Soleri (di proprietà del Padova, battuto in finale dei playoff) e di Marco Perrotta, il cui cartellino è del Bari.

Gli obiettivi del Palermo sul mercato

Il Palermo torna in Serie B e lo fa da assoluto protagonista, anche grazie a un cambio di proprietà che può scrivere un nuovo importante capitolo della storia rosanero. Al comando ora c’è il City Group, quello del City di Guardiola, che fa così il suo ingresso anche nel calcio italiano. E che potrebbe portare qualcuno dei talenti dei Citizens e delle altre squadre della holding alla corte di Silvio Baldini. 

I nomi fatti sono stati quelli di Kayky, talento offensivo brasiliano, del trequartista Cole Palmer, la nuova stellina delle giovanili del City, e Renzo Orihuela, difensore centrale italo-uruguaiano del Montevideo City. Difficile però che arrivino, perchè la Serie B potrebbe essere una destinazione non troppo apprezzata. Dunque, si punta anche su calciatori al di fuori dell’orbita del City Group. 

Renzo Orihuela contro il River!

Il ritorno di Matteo Brunori, stella della promozione e di proprietà della Juventus, è una priorità, ma in caso l’italo-brasiliano vada altrove c’è…Mario Balotelli, attualmente all’Adana Demirspor ma con una clausola da 5 milioni. Anche per la porta si punta a un italiano all’estero, Mirko Pigliacelli, attualmente in Romania, mentre sempre dalla Juventus potrebbe arrivare il difensore centrale Diego Stramaccioni. 

Grazie al City Group, poi, il Palermo punta a diventare un ricettacolo di talenti dalle categorie minori. Ecco perchè l’interesse per Vito Leonetti e Simone Tascone, rispettivamente centrocampista e ala della Turris, per Alex Rolfini, centravanti dell’Ancona e per Augustus Kargbo del Crotone. Quel che è certo è che il mercato dei rosanero sarà molto interessante. E se poi dovesse arrivare davvero qualche talento dalla casa madre, al Barbera il rischio è quello di divertirsi parecchio…

Il mercato del futuro Palermo, dunque, dipenderà in gran parte dalla conclusione del passaggio di proprietà, che dovrebbe far rivedere anche gli obiettivi per il ritorno in Serie B. A partire dalle sinergie con il City Group, che potrebbero portare al Barbera alcuni dei talenti nell’orbita del Manchester City o delle altre controllate della holding.

I Citizens hanno calciatori che non sono ancora pronti per entrare nelle rotazioni di Guardiola, come il brasiliano Kayky o l’inglese Cole Palmer, a cui un’esperienza in Italia potrebbe fare bene. Per non parlare di possibili ritorni importanti di calciatori già passati per Palermo, che senza l’apporto economico importante del City Group sarebbero decisamente fuori target per il club.

Si parte dal presupposto che la squadra va comunque rinforzata, soprattutto considerando i ritorni alla casa madre dei prestiti. Va sostituito a dovere Brunori (magari non finirà nella lista degli acquisiti Juventus, ma potrebbe essere un'ottima pedina di scambio per i bianconeri) e più in generale va migliorata la qualità della rosa. Se poi i nomi saranno buoni o ottimi, tutto dipenderà dalla eventuale cessione del Palermo.

Difficile comunque immaginare che vengano infranti i record societari per quanto riguarda gli acquisti più onerosi e le cessioni più remunerative, che riguardano i tempi in cui il Palermo era grande protagonista in Serie A e scovava giovani di talento per poi rivenderli a peso d’oro.

Acquisti e cessioni record - Palermo

A tal proposito, l’acquisto più costoso della storia del club siciliano si chiama Paulo Dybala. I rosanero spendono infatti quasi 12 milioni di euro per portare l’argentino via all’Instituto nella stagione 2012/13.

Dybala, acquisto più caro della storia del Palermo!

Segue l’Airone, Andrea Caracciolo, strappato al Brescia nel 2005 per 9 milioni di euro. La…passione del Palermo per gli attaccanti è sottolineata anche dal terzo della lista, il brasiliano Amauri, pagato 8,75 milioni nel 2006 al Chievo Verona.

A chiudere la top 5 ci sono un portiere, Emiliano Viviano, e un’ala, Bosko Jankovic. L’estremo difensore è arrivato al Barbera dall’Inter nel 2011 per 8,5 milioni, mentre il serbo è stato acquistato dal Maiorca nel 2007 a fronte di 8 milioni di euro.

Acquisti record - Palermo

  1. Paulo Dybala  - Instituto AC Cordoba (2012 - 12 milioni)
  2. Andrea Caracciolo - Brescia (2005 - 9 milioni)    
  3. Amauri - Chievo (2006 - 8,75 milioni)
  4. Emiliano Viviano -  Inter (2011 - 8,5 milioni)
  5. Bosko Jankovic - Maiorca (2007 - 8 milioni)

Cifre molto più alte invece quelle per le migliori cessioni. A guidare la graduatoria c’è Javier Pastore. Il Flanco nel 2011 diventa uno dei primi acquisti di grido del Paris Saint-Germain qatariota, che spende ben 42 milioni di euro per portare l’argentino al Parco dei Principi.

A proposito di argentini, Pastore è…tallonato da vicino da un connazionale. Ovviamente si parla di Dybala, che dopo tre ottime stagioni a Palermo se ne va alla Juventus nel 2015 in un’operazione da poco più di 40 milioni.

I bianconeri rappresentano anche l’acquirente del terzo calciatore che ha fruttato di più ai rosanero, ovvero Amauri, ceduto alla Signora nel 2008 per 22,5 milioni. A chiudere la lista due calciatori dal destino assai diverso. Franco Vazquez viene ceduto nel 2016 al Siviglia per 16,8 milioni, ma El Mudo non sarà mai troppo protagonista in Spagna.

L’addio al Barbera per Andrea Barzagli, che nel 2008 finisce al Wolfsburg per 14 milioni, sembra altrettanto negativo, ma poi il difensore tornerà in Italia alla Juventus, scrivendo la storia bianconera. E confermando che di solito il Palermo è…marchio di qualità.

Cessioni record - Palermo

  1. Javier Pastore - PSG (2011 - 42 milioni)
  2. Paulo Dybala - Juventus (2015 - 41 milioni)
  3. Amauri - Juventus (2008  - 23 milioni)
  4. Franco Vazquez - Siviglia (2016 - 17 milioni)
  5. Andrea Barzagli - Wolfsburg (2008 - 14 milioni)

*Le immagini dell'articolo sono distribuite da AP Photo. Prima pubblicazione 21 giugno.

Sull'autore
Di
Francesco Cavallini

Francesco vive di sport, di storia e di storie di sport. Dai Giochi Olimpici antichi a quelli moderni, dalle corse dei carri a Bisanzio all'Olanda di Cruijff, se c'è competizione o si tiene un punteggio, lui si appassiona sempre e spesso e volentieri ne scrive.

Articoli Correlati

TAIBI E SUPERPIPPO A REGGIO

GLI SPONSOR DELLA B

Gli stipendi del Palermo

L'apprendistato nel calcio

Gli acquisti delle Fere