Straordinari primi attori in grado di regalare il successo alle loro squadre. Spesso i portieri sono stati decisivi nelle ultime edizioni delle coppe europee. Sia in positivo, sia in negativo. Inevitabile il riferimento a Loris Karius, protagonista suo malgrado di due errori gravissimi nella finale di Champions nel 2018 contro il Real Madrid a Kiev.

Nel 2010 il migliore fu Julio Cesar, il portiere brasiliano dell’Inter è stato decisivo soprattutto nella semifinale contro il Barcellona. Due interventi straordinari al Camp Nou hanno permesso ai nerazzurri di subire un solo gol ed arrivare alla finale di Madrid. Al Bernabeu, per Julio Cesar ordinaria amministrazione: ha dovuto compiere solo un paio di parate in un match controllato per novanta minuti dalla squadra di Mourinho, favorita anche per le scommesse online...

Julio Cesar in Champions!

Nel 2011 Victor Valdes ha vinto la sua terza Champions League della carriera da numero uno del Barcellona, mentre nel 2012 è stato grandissimo protagonista Petr Cech per la vittoria del Chelsea a Monaco. Contro il Bayern il portiere ceco ha prima parato un calcio di rigore a Robben nei tempi supplementari, poi ha neutralizzato i tiri dal dischetto di Olic e Schweinsteiger, prima del rigore decisivo della leggenda Didier Drogba per una vittoria insperata dagli esperti di scommesse Champions League.

Dopo la sconfitta nel 2012 in finale a Monaco (aveva anche trasformato il suo personale rigore), nel 2013 Manuel Neuer si riscatta e vince la Champions nel derby tedesco contro il Borussia Dortmund. 

Il dominio blanco

Dal 2014 partono i quattro successi in cinque stagioni del Real Madrid, il primo conquistato con Iker Casillas in porta. Il capitano spagnolo solleva al cielo di Lisbona la Decima prima di lasciare il Real per andare a giocare al Porto. L’anno successo arriva il trionfo del Barcellona nell’anno della consacrazione di Marc André Ter Stegen. Arrivato due anni prima in blaugrana, il portiere tedesco è protagonista di una straordinaria Champions che si chiuderà con il successo di Berlino contro la Juventus.

L’ultima finale assegnata ai calci di rigore è quella del 2016, il secondo derby di Madrid in tre anni. A San Siro vince il Real Madrid di Keylor Navas, che però non para alcun rigore visto che Juanfran calcia sul palo il quarto tiro dagli undici metri dei ragzzi del Cholo. Il capitano della Costa Rica vincerà anche le due edizioni successive della Champions, prima dell’arrivo di Courtois nel 2018 e del suo trasferimento al Paris. Nell’edizione 2019 della Champions League ha avuto un ruolo decisivo per il Liverpool Alisson, l’ex portiere giallorosso ha dato quella sicurezza alla difesa dei Reds che mancava gli anni precedenti. 

La doppietta di Cech!

Dopo il successo in Champions League nel 2012, Petr Cech torna a vincere da titolare in Europa la stagione successiva. Con il Chelsea infatti vince la finale d’Europa League contro il Benfica: Cech è l’unico portiere capace di vincere entrambe le coppe europee in questi ultimi dieci anni.

Il portierone Cech!

Ci sono andati vicinissimi gli ultimi due portieri dell’Atletico Madrid, ovvero Thibaut Courtois e Jan Oblak. Il primo ha vinto l’Europa League nel 2012 e ha perso la finale di Champions del 2014 contro il Real, ai supplementari per chi ricorda le relative scommesse calcio. Altra sconfitta in finale di Champions contro il Real per Oblak a San Siro nel 2016, mentre il successo in Europa League è arrivato nel 2018 a Lione contro il Marsiglia.

Nella prima edizione dell’Europa League vinta dall’Atletico Madrid nel 2010 il portiere era David De Gea, passato poi nel 2011 al Manchester United. Con i Red Devils il numero uno spagnolo ha vinto l’Europa League del 2017 ma da riserva, per la competizione europea, di Sergio Romero. L’argentino, infatt,i è stato il portiere di coppa dello United di José Mourinho, dimostrando la stessa concentrazione dei mondiali brasiliani!

Gli altri vincitori

Due portieri portoghesi hanno vinto l’Europa League negli ultimi dieci anni. Il primo è stato Helton, capitano del Porto di André Villas Boas campione nel 2011 dopo il successo in finale nel derby contro il Braga deciso, naturalmente, da Radamel Falcao.

Il secondo lusitano a vincere è stato Beto, portiere titolare del Siviglia nella finale del 2014 di Torino contro i connazionali del Benfica: il numero uno degli andalusi è stato decisivo ai calci di rigore, parando ben due tiri dal dischetto a Cardozo e Rodrigo.

Nelle due edizioni successive ci saranno altrettanti successi del Siviglia, ma con due portieri diversi. Beto infatti sarà la riserva di Sergio Rico nella finale del 2015 vinta contro il Dnipro per 3-2 grazie a una doppietta di Carlos Bacca. Nel 2016 invece è Sergio Rico che diventa la riserva di David Soria nella finale vinta 3-1 a Basilea contro il Liverpool.

Nel 2019 a vincere l’Europa League è stato invece Kepa Arrizabalaga con il Chelsea al suo primo anno ai Blues dopo il trasferimento record da 70 milioni di euro dell’estate precedente. 

*Le immagini dell'articolo, tutte distribuite da AP Photo, sono in ordine di pubblicazione, di Dave Thompson, Michel Spingler e Matthias Schrader.

 
Sull'autore
Di
Ermanno Pansa

Ermanno è un grande appassionato di sport, in particolare del calcio, vissuto a 360°: come professionista e come tifoso. Ha seguito tutte le fasi finali delle manifestazioni internazionali degli ultimi 15 anni, Mondiali ed Europei.

Amante degli incontri ricchi di gol, collabora quotidianamente con il blog di 888sport, per il quale rappresenta una costante fonte di idee.

 

Articoli Correlati

In testa il Real

Livello continentale

La nuova Champions

Il valore di un club

L'uomo del Qatar