Dall'esordio a Bergamo il 21 agosto 2016 al rigore trasformato contro il Bayern, Immobile ha disputato 324 partite ufficiali con la Lazio, realizzando 206 reti, comprese le ultime 4 siglate dai biancocelesti in Champions!

In A il conto dei gol è arrivato a 200, con il tap-in di Cagliari: è l'ottavo calciatore di sempre a centrare questo traguardo, il primo a farlo in sole 342 partite disputate in Serie A! Sono 57 gettoni e 17 marcature con la Nazionale.

Ad Empoli ha giocato per la trecentesima volta da titolare in Serie A, mentre con il perfetto rigore di Salerno ha raggiunto il record di 100 marcature in trasferta.

Il capitano biancoceleste ha un altro primato clamoroso: ha segnato più di tutti, ben 16 volte, dopo il novantesimo minuto: è un esperto, insomma, di conclusioni vincenti in zona Cesarini, o, visto che parliamo di idoli della tifoseria Laziale... zona Caicedo!

Per capire fino in fondo il senso del gol di CI17, condividiamo una statistica: nelle tre stagioni più una partita di permanenza di Cristiano Ronaldo in Serie A, Ciro ha realizzato una rete in più del famelico fenomeno portoghese!

Deve esserci qualcosa di particolare che lega la Lazio e i grandissimi bomber. Con la maglia biancoceleste ha passato parte della sua carriera Silvio Piola, il miglior marcatore della storia del calcio italiano. Sempre dalle parti di Formello ha fatto scintille Giuseppe Signori, anche lui nella top 10 dei goleador della Serie A.

Non parliamo naturalmente degli oltre 800 gol di Cristiano Ronaldo, ma di numeri che per l'Italia sono davvero sensazionali!

E ora il trascinatore assoluto della Lazio delle ultime stagioni è un altro centravanti, Ciro Immobile. L’attaccante scuola Juventus aveva già dimostrato di vedere la porta con costanza con la maglia del Torino, ma poi due esperienze deludenti all’estero, a Dortmund e a Siviglia, gli avevano fatto perdere un po’ di fiducia in se stesso.

Poco male, perché l’approdo alla Lazio sembra aver fatto il più classico degli…effetti ketchup, per dirla alla Gary Lineker.

Nell'estate 2021, il numero 17 biancoceleste ha avuto l'umiltà di mettersi a disposizione di Sarri che gli ha modificato posizione e, soprattutto, compiti in campo: Immobile non gioca più solo per la ricerca della profondità e della rete personale, ma per duettare con i compagni e palleggiare in ogni zona del campo!

E adesso che il bagaglio tecnico tattico è completo, con il completamento del bagaglio tecnico, oltre alle straordinarie lezioni ricevute dal Maestro Zeman, i gol e i record arrivano senza soluzione di continuità.

Clamoroso il quarto titolo di capocannoniere nel 2022, nonostante, appunto, una funzione tattica più al servizio della squadra, e con sole 31 partite di campionato giocate!!!

Con la maglia biancoceleste Immobile ha firmato 203 reti complessive!

Il primato dei 36 gol in una stagione

Il quarto titolo di capocannoniere della A

Classifica all time Ciro punto al podio

Tutti i record di Immobile con la Lazio

Immobile e la Nazionale

Il primato dei 36 gol in una stagione

Quello certamente più importante è quello stabilito nella stagione 2019/20, quando Immobile è andato a segno in Serie A per ben 36 volte, eguagliando così il primato di Gonzalo Higuain. Quando qualche anno fa il Pipita ha infranto il record di Gunnar Nordahl, sembrava quasi impossibile che qualcuno riuscisse a fare lo stesso.

E invece, in un’annata in cui la Lazio ha sognato a lungo lo scudetto, Ciro agguanta l’argentino, diventando anche il terzo calciatore italiano della storia (dopo Luca Toni e Francesco Totti) ad aggiudicarsi la Scarpa d’Oro.

Ma chi pensa che quello di Immobile possa essere stato un exploit, si sbaglia di grosso. Con il gol numero 25 nella Serie A 2021/22, l’attaccante nato a Torre Annunziata ha fatto segnare un altro primato: è il primo italiano in grado di segnare almeno 25 reti in tre campionati di Serie A. Assieme a lui ci sono solo due leggende del calcio che fu, ovvero il solito Nordhal, primatista assoluto con cinque campionati almeno a quota 25, e Stefano Nyers, che si è fermato a tre.

Il quarto titolo di capocannoniere della A

Tre è comunque davvero un numero magico per il bomber della Lazio. Immobile è infatti a quota tre classifiche dei marcatori vinte, in compagni di una serie di colleghi entrati nella leggenda: Aldo Boffi, Giuseppe Meazza, Roberto Pruzzo, Paolo Pulici, Gigi Riva e Giuseppe Signori.

E non basta, perchè il biancoceleste è il terzo calciatore della storia del massimo campionato italiano a vincere il titolo di capocannoniere con due squadre diverse.

Ciro Immobile miglior cannoniere in attività del campionato italiano

Il suo primo titolo dei bomber è infatti arrivato ai tempi del Torino, a sorpresa per le scommesse Serie A mentre gli altri due sono stati ottenuti con la maglia della Lazio. Come lui soltanto un certo Zlatan Ibrahimovic, re dei cannonieri prima con il Milan e poi con l’Inter, e Luca Toni, riuscito nell’impresa da calciatore della Fiorentina e poi dell’Hellas Verona.

A completare i primati generali ci sono un altro paio di numeri niente male. Il primo lo inserisce tra i migliori attaccanti europei degli ultimi anni. Assieme a Robert Lewandowski e a Mohamed Salah, Immobile è uno dei tre calciatori in grado di segnare almeno 15 gol in uno dei massimi campionati europei ultime sei stagioni, quindi partendo da quella 2017/18.

Classifica all time Ciro punto al podio

E una striscia così importante ha risultati anche nella classifica all-time di chi va in gol nel nostro torneo. Immobile, con 8 anni anni in meno ed una stagione all'estero, nell'aprile 2022 ha superato Fabio Quagliarella per prendersi il titolo di miglior marcatore in attività della storia della Serie A.

E considerando che i più vicini attualmente sono il suo corregionale e Ibra, è probabile che Immobile lo rimanga fino a fine carriera. Considerando la sua media gol, in una stagione il laziale può mettere nel mirino tranquillamente quota 200 e superare così leggende come Signori e Del Piero, ma in un paio di anni anche Roby Baggio, Di Natale, Altafini e Meazza sono a rischio.

Mentre per il mito Piola, a quota 274, ci vorrebbero valanghe di gol, difficile, ma non impossibile, riacciuffare Totti, primatista di rigori in Italia, a quota 250...

Tutti i record di Immobile con la Lazio

E poi…bisogna parlare di Lazio, perchè da quando ha indossato la maglia biancoceleste Ciro Immobile è diventato l’uomo dei record del club capitolino.

Nella stagione 2021/22 ha superato il primato di Silvio Piola, sempre lui, che da ormai quasi…cent’anni era il miglior realizzatore di sempre della storia della Lazio.

Immobile in gol contro l'Udinese

Al bomber piemontese vengono accreditati 159 gol in biancoceleste, con Ciro che ha raggiunto quota 182, senza tra l’altro che ci sia alcuna intenzione di fermarsi.

Nel suo cammino il centravanti campano si è anche preso il primato di laziale con più gol in Serie A e in Coppa UEFA ed Europa League, affiancando anche il suo ex allenatore Simone Inzaghi (che ha avuto la fortuna di giocare in una squadra decisamente più forte) a 20 marcature nelle competizioni europee, un altro record che già nella prossima stagione Immobile potrebbe prendersi in solitaria.

La stagione 2021/22 può infine regalare l’ennesima soddisfazione: con due titoli di capocannoniere con la Lazio, il numero 17 è alla pari di Piola, Chinaglia e Giordano. Facendo tris si prenderebbe intanto il titolo di re dei re dei bomber della storia della Serie A, perchè nessuno ha mai vinto la classifica marcatori quattro volte, ma raggiungerebbe anche le tre vittorie di Signori, tutte con la maglia della società romana.

Ciro Immobile e la Nazionale

L’unico cruccio di Immobile resta dunque la nazionale. Pur essendosi laureato campione d’Europa da centravanti titolare dell’Italia di Mancini, Immobile è molto meno prolifico quando veste la maglia azzurra. Il suo score, per gli amanti di statistiche e scommesse Italia è di 17 marcature, 16 delle quali da calciatore della Lazio.

Immobile dal dischetto

L’obiettivo per l’ennesimo primato resta, neanche a dirlo, il solito Piola, che ha segnato 28 delle sue 30 reti in nazionale mentre era tesserato biancoceleste. Considerando che negli ultimi anni anche altri bomber di razza come Toni o Gilardino non hanno sforato quota 20, lo score di Ciro non è così male.

Ma vista la capacità di Immobile di prendersi qualsiasi primato che riguardi la “sua” Lazio, meglio non dare per scontato nulla: e chissà che una volta…aperta la bottiglietta del ketchup anche in azzurro, i gol non arrivino a palate!

*Le immagini dell'articolo sono distribuite da Alamy. Prima pubblicazione 23 maggio 2022.

Ermanno è un grande appassionato di sport, in particolare del calcio, vissuto a 360°: come professionista e come tifoso. Ha seguito tutte le fasi finali delle manifestazioni internazionali degli ultimi 15 anni, Mondiali ed Europei.

Amante degli incontri ricchi di gol, collabora quotidianamente con il blog di 888sport, per il quale rappresenta una costante fonte di idee.