Sono passati sei anni da quando il ventenne Marc Marquez stupì il mondo intero conquistando, da esordiente, il suo primo titolo nella MotoGP. Al termine della stagione 2019, il bottino personale del centauro di Cervera è di otto titoli mondiali, considerando tutte le categorie, sei dei quali nella top-class (quattro consecutivi).

 

Il bonus di benvenuto di 100 euro di 888sport!

Scommetti live sulla MotoGP con 888sport.it!
 

Record di precocità - A 26 anni e 231 giorni, Marc Marquez è diventato il più giovane pilota della storia del motociclismo a conquistare 6 titoli iridati nella classe regina, superando un certo Giacomo Agostini che quello stesso traguardo l’aveva tagliato, nel 1971, all’età di 29 anni e 25 giorni. Ha battuto anche Mike Haliwood (27 anni e 112 giorni), diventando il più giovane a vincere otto titoli mondiali in carriera. 

Marc contro Vale - Marc Marquez è ormai abituato a polverizzare record e, per la stagione 2020, ha messo nel mirino il suo eroe da bambino, quel Valentino Rossi che, con nove titoli conquistati, lo precede di una corona nella graduatoria all-time. Certamente, l’ancora giovane età è dalla parte di Marquez, che ha tutte le carte in regola per battere qualsiasi primato della disciplina.

Anche il numero di mondiali di Agostini (15), che per decenni è rimasto un traguardo irraggiungibile, ora con Marc non sembra più una chimera.
Con Agostini e Rossi, Marquez è uno dei tre piloti capaci di vincere 6 o più titoli mondiali nella classe regina.

Parola di Dottore - “Marquez ha vinto quest’anno da dominatore – ha dichiarato Rossi dopo l’ultimo GP di Thailandia -, come facevo io negli anni in cui io ero nella miglior forma. Penso non farà tanta fatica a raggiungermi a nove. Mi dispiace perché durante la mia carriera due o tre titoli li ho buttati via. Anzi, due li ho battuti via ed uno me l’ha fatto perdere, però sono tre e per lui sarebbe stata più dura. A nove ho paura che mi raggiunga presto!”

I record di Rossi - Marc è destinato a riscrivere molti record, come già detto, ma i suoi numeri ancora non sono a livello di quelli di Vale, l’altro pilota capace di cannibalizzare questa era della classe regina. Se, infatti, Marquez ha sorpassato Rossi per titoli conquistati dopo 201 GP disputati (8 a 7), l’italiano ha un numero di vittorie (91 a 79) e di podi (144 a 129) superiore nello stesso numero di gare.

L’iberico, invece, ha già abbondantemente superato il pesarese per quanto riguarda le pole position, 89 a 51, nei 201 GP.

Con 888sport puoi effettuare la tua scommessa sportiva sulla stagione 2020 della MotoGP!
 

Così lontani, così vicini - Rossi nel 2020 sarà alla 25ma stagione nella classe regina, mentre Marquez ha davanti a sé un dominio almeno decennale nella categoria: si troveranno di nuovo a fronteggiarsi, così diversi ma vincenti, due protagonisti che hanno davvero scritto la storia del motociclismo.
 

*La foto di apertura dell'articolo è di Miguel Angel Morenatti (AP Photo).

Sull'autore
Di
Emanuele Giulianelli

Scrittore e giornalista freelance, collabora regolarmente con il Corriere della Sera, con La Gazzetta dello Sport, con Extra Time, Rivista Undici, Guerin Sportivo e con varie testate internazionali come Four Four Two, Panenka e Tribal Football. Scrive per B-Magazine, la rivista ufficiale della Lega Serie B.

Articoli Correlati
Il favoloso mondo sportivo Red Bull!

RB: non solo motori

F1: Hamilton, le 5 vittorie più belle

Lewis Top Five!

Formula 1: i 5 trasferimenti più sensazionali di sempre!

F1: quanti trasferimenti!

MotoGP: fratelli… serpenti!

MotoGp: fratelli in pista

Maria Luisa Cravana: “In futuro intere squadre di vegani”

I vegani nello sport top