I playoff dell’NBA danno vita a delle vere e proprie leggende: i giocatori che ne fanno la storia diventano degli eroi nelle loro città. Non c’è modo migliore di diventare leggenda se non facendo canestro quando suona la sirena e assicurando la vittoria della propria squadra nel post stagione. In particolare, questi canestri allo scadere del tempo non sono solo degli ottimi tiri, ma dei punti che significano tutto per la propria squadra e che rendono questi cestisti i più memorabili nella storia delle rispettive franchigie.

 

Il bonus di benvenuto di 100 euro di 888sport!

1. Derek Fisher, 2004: Lakers - Spurs - Una delle grandi rivalità nella storia dell’NBA era quella tra i Los Angeles Lakers e i San Antonio Spurs durante gli anni 2000. Gli Spurs guidati da Tim Duncan e i Lakers da Kobe Bryant, entrambi giocatori all’apice della propria carriera, si scontravano in partite accesissime che spesso decidevano le sorti del campionato. Le semifinali del 2004 della Western Conference misero le due squadre a confronto, ma furono i Lakers ad avere la meglio sugli Spurs nella corsa al titolo. Ciò che però ricordano bene i tifosi è il canestro di Derek Fisher.

Le scommesse sul basket davano i Lakers come leggermente favoriti contro gli Spurs nella battaglia per l'accesso alla finale di Conference.

La fondamentale gara 5 vide gli Spurs prendere il controllo sul finale con un canestro miracoloso di Tim Duncan, lasciando così ai Lakers il possesso di palla a 0,4 secondi dallo scadere del tempo per riuscire a ribaltare la siituazione. Diedero la palla a Derek Fisher invece che a uno dei giocatori con più esperienza e l’ex prospect dei Little Rock Trojans mirò al canestro nel momento in cui suonò la sirena, riuscendo a strappare la vittoria e mandando il mercato delle scommesse live in panico.

Tra l'altro, il canestro di Fisher fece cambiare le regole alla lega, la quale decise che era possibile tentare di fare canestro solo quando mancavano più di 0,3 secondi alla fine della partita. Dunque quel canestro ha di fatto cambiato la sorte della serie e della storia dell’NBA.

2. LeBron James, 2009: Cavaliers - Magic - Prima che LeBron James diventasse uno dei più grandi giocatori di sempre e campione seriale NBA, cresceva nella sua prima esperienza a Cleveland, come giocatore dei Cavaliers.

Nonostante non avesse un roster di giocatori degno delle altre squadre della lega, James riuscì con costanza a portare i Cavaliers ai playoff. Anche se i siti di scommesse NBA vedevano la squadra di James come sfavorita, anche a causa della mancanza di esperienza, la capacità individuale di James riuscì a tenere la squadra a galla in varie circostanze. Il suo canestro allo scadere del tempo contro i Magic fu sicuramente una di quelle circostanze.

Avendo già perso una partita, i Cavaliers avevano un disavanzo di punti contro i Magic guidati dal predominante Dwight Howard. Con poco tempo per andare in attacco, i Cavs lanciarono la palla a James e gli lasciarono spazio per il tiro finale da tre punti. Il tiro andò a segno e i tifosi del Cleveland esultarono per quello che potrebbe essere considerato uno dei momenti chiave di questa superstar!

Questo è uno dei tanti classici tiri allo scadere di LeBron James durante i playoff. Dal 2009, ha segnato diversi canestri allo scadere del tempo da far affondare squadre come i Chicago Bulls e gli Indiana Pacers. James ha dimostrato di essere considerato uno dei giocatori chiave nei momenti decisivi della storia dell’NBA, quasi al livello di Micheal Jordan.
 

3. Kawhi Leonard, 2019: Raptors - Sixers -  I Toronto Raptors, all’inizio della stagione 2018-2019, secondo le scommesse sportive, non avevano molte possibilità di arrivare alle Finals dell’NBA. Nel prestagione, invece, i Boston Celtics hanno ricevuto molta attenzione grazie al ritorno di Kyrie Irving e Gordon Hayward fuori per infortunio.

Anche secondo diverse anteprime della stagione NBA 2018-2019, i Celtics erano dati come favoriti, mentre i Raptors fuori dalle Finals. Ma come ha più volte saputo fare Kawhi Leonard, è riuscito a portare i Raptors alle Finals, lasciando tutti a bocca aperta come quando ha fatto canestro allo scadere contro i Philadelphia 76ers.

Leonard ha segnato un incredibile canestro negli ultimi secondi della gara 7, che vedeva i Raptors scagliarsi contro i Sixers per la semifinale dell’Eastern Conference. Entrambe le squadre sono riuscite a trionfare in trasferta, giocando delle partite combattutissime. Ovviamente, l’ultima partita della semifinale non è stata un’eccezione e i Raptors si sono trovati in possesso della palla negli ultimi secondi della partita.

Appena ricevuta la palla, dall’angolo opposto del campo, Leonard ha fatto un tiro fadeaway facendo passare la palla al di sopra di Joel Embiid, ben più alto di lui. Sebbene con qualche incertezza, dopo aver rimbalzato più volte sul ferro, la palla è entrata nel canestro mandando in delirio la folla di Toronto.

Probabilmente le espressioni dei giocatori che aspettavano impotenti di vedere il destino di quell’ultimo tiro sono forse più memorabili del tiro stesso. Se non altro, questo è stato senza dubbio un momento indimenticabile per i fan di basket di tutto il mondo.

4. Damian Lillard, 2019: Blazers - Thunder - I playoff dell’NBA diventano molto più interessanti se c’è dell’ostilità tra due squadre: quest’ultima viene infatti incanalata nell’aggressività di gioco. Tuttavia, i giocatori devono stare attenti a controllare le proprie emozioni per evitare eventuali provvedimenti disciplinari. Ma quando Damian Lillard dei Portland Trail Blazers e Russel Westbrook degli Oklahoma City Thunder si sono incontrati, l’odio tra i due ha dato luogo a pura magia.

Il tiro di Lillard dalla metà campo dei Blazers, proprio alla fine della partita, avrebbe potuto eliminare i Thunder dai playoff. Di solito una mossa del genere verrebbe considerata una cosa poco saggia da fare, ma l’incredibile tiro a distanza di Lillard è riuscito a chiudere la serie in maniera memorabile, facendo sì che anche i Thunder se lo ricorderanno per il resto del post stagione.

La reazione di Lillard, però, è stata ancora meglio del suo bellissimo tiro. Dopo essersi arrabbiato per delle parole di scherno da parte dei Thunder, Lillard è rimasto impassibile dopo aver fatto canestro, mentre tutti i suoi compagni di squadra impazzivano di gioia. Lillard non si è messo a celebrare in modo esuberante, ma ha salutato in maniera sfacciata la panchina dei Thunder alla fine della partita.

Anche se questa faida non è stata alla pari delle battaglie fisiche degli anni ‘90, il canestro di Lillard è stato uno dei finali di partita più soddisfacenti mai visti nel basket. Sarà sicuramente considerato uno dei migliori canestri allo scadere del tempo di questa lega.

Sull'autore
Di
888sport

The 888sport blog, based at 888 Towers in the heart of London, employs an army of betting and tipping experts for your daily punting pleasure, as well as an irreverent, and occasionally opinionated, look at the absolute madness that is the world of sport.

Articoli Correlati
NBA, tra l’effetto Zion e una free-agency da record: preseason da urlo

Preseason da urlo

Le sliding doors che cambiano le città: dalle rivalità made in USA al calcio europeo

Sliding doors...

Le sliding doors che cambiano le città: dalle rivalità made in USA al calcio europeo

Sliding doors...

Le sliding doors che cambiano le città: dalle rivalità made in USA al calcio europeo

Sliding doors...

Christian Giordano: la strada per il titolo dei Toronto Raptors è segnata

La strada porta a Toronto