Vincere aiuta a vincere, ma non ci si può adagiare sugli allori. E questo il Modena sembra saperlo benissimo. Il club emiliano è tornato in Serie B (vincendo il girone B della C) dopo sei anni, mettendo anche in bacheca la Supercoppa di Serie C.

Ma quanto fatto in passato non basterà di certo a garantire una salvezza tranquilla tra i cadetti per l'ambiziosa società di Viale Monte Kosica che ha sottoscritto un prestigioso accordo di fornitura con la New Balance, dunque il tecnico Attilio Tesser avrà molto da lavorare, così come la dirigenza.

Le ultime operazioni di mercato del Modena

Gli obiettivi di mercato di Tesser

Il vivaio dei Canarini

28 campionati di A per il Modena calcio

Acquisti e cessioni record Modena

Il bonus di benvenuto di 888sport!

Le ultime operazioni di mercato del Modena

Sul mercato però i canarini si sono già mossi parecchio, portando molti elementi nuovi a disposizione dell’allenatore. L’acquisto più oneroso è quello del centrocampista Mario Gargiulo, pagato 750mila euro al Lecce. Sempre in mediana è arrivato dall’Udinese per 700mila euro Thomas Battistella, mentre sono serviti 200mila euro per convincere la Virtus Entella a lasciare andare il difensore centrale Mauro Coppolaro.

Il nome più altisonante è però certamente quello di Diego Falcinelli. L’attaccante si è liberato gratis dal Bologna e dovrà rappresentare l’arma in più del Modena in un campionato complicato come la Serie B.

Altro elemento di sicura esperienza è il portiere Andrea Seculin, che è arrivato dalla Pistoiese a titolo gratuito. Sono inoltre stati riscattati Luca Magnino (dal Pordenone) e Nicola Mosti (dal Monza) e sempre dal club brianzolo è arrivato in prestito il centravanti Davide Diaw; dal classe '92 ci si aspetta la media gol che aveva caratterizzato le sue stagioni con Cittadella e Pordenone, nelle quali andava sistematicamente a segno per le scommesse calcio!

A titolo temporaneo dal Vicenza (con diritto di riscatto) è giunto al Braglia anche il difensore francese Sebastian De Maio, mentre l’Atalanta ha prestato, ma senza formule ulteriori, al Modena due dei suoi giovani gioielli, il centrocampista Simone Panada e soprattutto il difensore centrale Giorgio Cittadini. 

Gli obiettivi di mercato di Tesser

Per quanto riguarda il mercato in entrata, la squadra a disposizione di Tesser sembra essere ben definita, ma ci sono ancora possibilità di qualche trasferimento in uscita. L’attaccante Mattia Minesso, che nella scorsa stagione è stato importantissimo per la promozione con le sue 11 reti in campionato, potrebbe lasciare il Modena per approdare al Cesena.

Nel mirino dell’Atalanta c’è invece uno dei pezzi forti della rosa, il terzino sinistro brasiliano Paulo Azzi, che nella Serie C 2021/22 è decisamente stato un fattore con le sue 6 reti realizzate e i 6 assist serviti ai compagni in 35 presenze.

Il vivaio dei Canarini

Il Modena dalla sua ha anche la possibilità di attingere a un vivaio che nel corso degli anni ha accolto e lanciato calciatori di un certo spessore.

A partire da un campione del mondo come Luca Toni, continuando con un protagonista della Serie A di inizio nuovo millennio come Cristiano Doni, a un volto celebre del pallone…e della TV come Daniele Adani, per passare a calciatori attualmente in attività come Marco Benassi o a Marco Silvestri, portiere dell’Udinese ma cresciuto nel vivaio del club emiliano.

Marco Silvestri

L’unico proveniente dalle giovanili della rosa attuale è però il centravanti classe 2003 Fabio Abiuso.

28 campionati di A per il Modena calcio

Nonostante alcune difficoltà economiche che hanno portato il club al fallimento nel 2017, il Modena resta comunque una società che ha detto la sua nella storia del calcio italiano.

Per i Canarini sono 28 le partecipazioni alla massima serie, con un terzo posto come miglior risultato di sempre (1946/47), ma in bacheca, oltre ai due campionati di B vinti da favoriti per le relative scommesse Serie B e alle due supercoppe di Serie C, ci sono anche due Coppe Anglo-Italiane, conquistate consecutivamente nel 1981 e nel 1982, che rendono il Modena primatista di vittorie nel torneo.

L’ultima presenza in A è datata 2003/04, dopo che nella stagione precedente, da neopromossa, la squadra emiliana si era tolta parecchie soddisfazioni arrivando tranquillamente a metà classifica.

Acquisti e cessioni record Modena

Esattamente a quel periodo, non che la cosa debba sorprendere troppo, risalgono la maggior parte dei trasferimenti da record della storia del club. Il calciatore più pagato di sempre dal Modena è il terzino bosniaco Vedin Music, acquistato dal Como nel 2003 per ben 3 milioni di euro.

Al secondo posto si piazzano i 700mila euro spesi di recente per Gargiulo e sul gradino più basso del podio spuntano i 700mila versati all’Udinese per Battistella.

A chiudere la top 5 ci sono Giuseppe Sculli, acquistato nel 2002 dalla Juventus per 400mila euro, e Luca Tremolada, portato a Modena nel 2021 dopo aver versato 350mila euro al Pordenone.

E non è una sorpresa neanche che la cessione record della storia del club sia arrivata…in Premier League. Nel 2004 il Portsmouth spende 3,5 milioni di euro per assicurarsi Diomansy Kamara. Poi è di nuovo il turno di Music, che nel 2005 se ne va al Torino per 1 milione di euro.

Kamara con la maglia del Fulham!

E poi ancora, nella lista ci sono i 950mila euro che il Verona nel 2016 versa per il cartellino di Davide Luppi, i 760mila spesi dalla Juventus nel 2013 per Nazzareno Belfasti e i 600mila pagati dal Sassuolo nel 2010 per Michele Troiano.

*Le immagini dell'articolo sono distribuite da AP Photo.

Sull'autore
Di
Francesco Cavallini

Francesco vive di sport, di storia e di storie di sport. Dai Giochi Olimpici antichi a quelli moderni, dalle corse dei carri a Bisanzio all'Olanda di Cruijff, se c'è competizione o si tiene un punteggio, lui si appassiona sempre e spesso e volentieri ne scrive.

Articoli Correlati

CHE AFFARI DALLA B

RANIERI DI NUOVO A CAGLIARI

I RECORD DELLA SERIE C

TUTTI I PRIMATI DELLA B

CHE FUTURO PER IL CATANZARO