Quella che si disputerà in Qatar sarà certamente una edizione molto particolare della Coppa del Mondo, vuoi per la location, ma soprattutto per il periodo in cui si scenderà in campo. Viste le temperature proibitive in estate, la manifestazione è infatti stata prevista per l’autunno, tra novembre e dicembre.

Un bel problema per le date dei campionati nazionali e le coppe europee, che vedranno stravisti i propri calendari, nonché un’esperienza nuova anche per gli spettatori da casa che, nonostante la seconda assenza consecutiva degli Azzurri, di certo vorranno godersi la manifestazione.

Si parte dall'Olanda e subito Brasile - Serbia

Spagna - Germania il 27 novembre

Al terzo turno Lewa contro Messi

Si parte dall'Olanda e subito Brasile - Serbia

La fase a gironi comincerà il 21 di novembre e terminerà il 2 dicembre, con un totale di 48 partite. Eccole, divise per data.

Il 21 novembre calcio di inizio, con Senegal-Paesi Bassi alle ore 13, valida per il girone A. Alle 16 è invece prevista la prima partita del girone B, quella tra Inghilterra e Iran. Alle 19 esordio assoluto per i padroni di casa del Qatar, che sfideranno l’Ecuador, anche loro nell’ambito del gruppo A. La prima giornata di partite si concluderà alle 22, con il secondo match del gruppo B, quello tra gli Stati Uniti ed il Galles di Bale.

Il 22 novembre vanno in scena, di nuovo alternati, il gruppo C e il gruppo D. Il gruppo C è aperto alle 13 da Argentina-Arabia Saudita, mentre alle 19 toccherà a Messico e Polonia sfidarsi per il ruolo…di anti-Messi. Il gruppo D scalda i motori alle ore 16, con l’incrocio tra Danimarca e Tunisia, mentre la Francia campione in carica esordirà con l'Australia alle ore 22. 

Alternanza diversa per i gruppi E ed F, di scena il 23 novembre. Si comincia con il gruppo F, aperto dal match delle 13 tra Marocco e Croazia. Poi scendono in campo tutte le squadre del gruppo E: alle 16 si gioca Germania-Giappone, mentre alle 19 la Spagna dovrà affrontare Costa Rica.

Il Brasile affronta la Serbia come nel 2018!

Il 24 novembre è infine la data dell’esordio mondiale delle nazionali sorteggiate nei gruppi G e H. Si comincia alle ore 13 con Svizzera-Camerun, valida per il gruppo G, per poi continuare con entrambe le sfide del gruppo H.

Alle 16 si parte con Uruguay-Corea del Sud, mentre alle 19 incrociano i tacchetti il Portogallo e il Ghana. Il primo turno dei gironi si chiude alle 22, con il Brasile che affronterà la Serbia, attenzione alle quote calcio del gol di Vlahovic...

Spagna - Germania il 27 novembre

Il 25 novembre parte la serie delle seconde partite, di nuovo con i gruppi A e B. Alle 13 nel gruppo B giocherà l’Iran contro il Galles, per poi lasciare spazio al gruppo A. Alle 16 seconda sfida per il Qatar, stavolta contro il Senegal, mentre alle 19 è il turno di Olanda-Ecuador. Chiude la giornata il gruppo B, con la sfida tutta anglofona tra Inghilterra e Stati Uniti.

Il 26 novembre spazio a gruppo C e gruppo D, stavolta in formula alternata. Comincia alle 13 il gruppo D, con la Tunisia che affronta la vincente del playoff tra Asia e Sudamerica, poi segue il gruppo C, con alle 16 la sfida tra Polonia e Arabia Saudita. Alle 19 si torna al D con il big match Francia-Danimarca e la giornata si chiude con Argentina-Messico, valida per il gruppo C.

Il gruppo di tedeschi e spagnoli!

Il 27 novembre tornano in campo i gruppi E ed F, con una giornata aperta dall’E: alle 13 il Giappone affronta Costa Rica. Poi, spazio al gruppo F, con Belgio-Marocco alle 16 e Croazia-Canada alle 19. Ultima partita del giorno, il match clou del gruppo E: alle ore 22 scendono sul terreno di gioco Spagna e Germania, per la partita che dovrebbe valere la vetta del girone.

Le seconde partite della fase a gironi si chiudono il 28 novembre, con i gruppi G e H. Apre il gruppo G, che alle 13 mette di fronte Camerun e Serbia. Si passa poi al gruppo H, con alle 16 la sfida tra Corea del Sud e Ghana e alle 19 un match di altissimo profilo come Portogallo-Uruguay. Anche la partita che chiude la giornata per il gruppo G è però tutta da vedere, perché si affrontano Brasile e Svizzera.

Al terzo turno Lewa contro Messi

Le terze e ultime partite di ogni girone sono ovviamente tutte alla stessa ora. Si comincia il 29 novembre, con la chiusura del gruppo A alle 18: l’Ecuador affronta il Senegal, mentre i Paesi Bassi sfidano il Qatar. Alle 22 invece arrivano i verdetti del gruppo B: l’Inghilterra chiude il suo girone nel derby contro Bale e Iran e Stati Uniti se la vedranno tra loro in una sfida…politicamente calda!

Il 30 novembre si concludono i gruppi C e D. Le prime a scendere in campo, alle 18, sono le squadre del gruppo D, con la sfida tra Tunisia e Francia e quella tra la Danimarca ed Australia. Alle 22 invece termina il girone C, con un interessantissimo scontro, anche per il titolo di bomber delle scommesse mondiali tra Polonia e Argentina e con Arabia Saudita-Messico.

Il francobollo per bomber Lewa!

E si arriva così a dicembre, con il primo giorno del mese che chiude i gruppi E ed F. Scende in campo prima quest’ultimo, alle 18, con il big match Croazia-Belgio e con la sfida tra Canada e Marocco. Poi alle 22 altro spettacolo, con il gruppo E che si conclude con Giappone-Spagna e con la Germania che affronterà il Costa Rica.

L’ultimo giorno della fase a gironi è dunque il 2 dicembre, quello che completa il tabellone degli ottavi di finale con le qualificate dei gruppi G e H. Apre la giornata alle 18 il gruppo H, con Ghana-Uruguay e Corea del Sud-Portogallo. A mettere il punto alla prima parte della Coppa del Mondo spetta quindi al gruppo G, alle 22, con due sfide di cartello: la sentitissima Serbia-Svizzera e Camerun-Brasile.

E poi, pausa? Macché! Il 3 dicembre cominciano già gli ottavi di finale. Ma questa è tutta un’altra storia…

*Le immagini dell'articolo sono distribuite da AP Photo. Prima pubblicazione 7 maggio 2022.

Sull'autore
Di
Francesco Cavallini

Francesco vive di sport, di storia e di storie di sport. Dai Giochi Olimpici antichi a quelli moderni, dalle corse dei carri a Bisanzio all'Olanda di Cruijff, se c'è competizione o si tiene un punteggio, lui si appassiona sempre e spesso e volentieri ne scrive.

Articoli Correlati

L'instant team nel calcio

26 in rosa

Frappart e le altre

L'agenzia Raiola

Il DG nel calcio