Si avvicina fine novembre ed è altissima la febbre da Pallone d’Oro. Normale, perché dopo una stagione in cui non è stato assegnato (non senza polemiche), c’è un grandissima attesa per sapere chi sarà considerato il miglior calciatore del 2021.

Jorginho vincitore seriale

Messi sette meraviglie

Lewa, Pallone d'Oro... 2020

I top 5 del Pallone d'Oro 2021

Gli italiani e la lista dei 30

La classifica finale del Pallone d'Oro 2021

Come sempre, France Football ha pubblicato con un certo anticipo la lista dei trenta candidati, che permette di tentare qualche previsione sul vincitore e sul podio. Attenzione però, perché mai come quest’anno la rosa dei papabili è ampia. A differenza delle edizioni dell’ultimo decennio, dove il risultato sembrava scontato o al massimo c’era una lotta a due, nel 2021 sono in parecchi a contendersi il premio. E visto lo svolgimento della stagione, i grandi favoriti potevano diventare addirittura cinque.

Jorginho vincitore seriale

Guardando ai titoli vinti, che fanno parte naturalmente dei criteri per l’assegnazione, nessuno può nutrire più speranze di Jorginho. Il centrocampista azzurro è stato uno dei grandi protagonisti della cavalcata della squadra di Mancini agli Europei, che si è basata soprattutto sulle sue geometrie per conquistare il titolo continentale.

Certo, c’è la macchia del calcio di rigore sbagliato in finale, ma nessuno è perfetto. Anche perché, volendo considerare anche altre competizioni, nella bacheca dell’italo-brasiliano spunta qualcosa che nessun altro dei grandi favoriti ha: la Champions League. Dopo un periodo complicato con Lampard, Jorginho è stato messo al centro del progetto tecnico del Chelsea da Tuchel, che gli ha consegnato le chiavi della squadra ed è passato alla cassa a riscuotere con gli interessi.

Il riscaldamento di Jorginho ad Oporto!

Per le speranze del centrocampista dei Blues c’è anche la vittoria del premio come miglior calciatore UEFA, ma attenzione, perché anche tutti questi riconoscimenti potrebbero non bastare. Terzo posto finale nella classifica del Premio 2021.

Messi sette meraviglie

A fare ombra all’azzurro, infatti, potrebbe esserci…il solito Leo Messi. L’argentino era già primatista del trofeo, avendolo vinto per ben sei volte, ma c'è stato spazio per la settima meraviglia. Se si ragionasse su valori assoluti, difficile trovare un motivo per non assegnarlo alla Pulce.

Che però può pagare l’annata orribile del suo ormai ex Barcellona, a cui non è bastato il solito Messi in grande spolvero per evitare figuracce sia in Liga che soprattutto in Champions League. In compenso, però, l’estate (oltre al trasferimento al Paris Saint-Germain) ha portato in dote all’argentino anche la prima soddisfazione con la nazionale.

Messi, con nanoli e trofei!

L’Albiceleste ha infatti vinto la Copa America, chiudendo un digiuno che durava dal 1993 e aggiungendo un’altra tacca al palmares dell’ex 10 blaugrana. Che a questo punto, in un’edizione in cui non c’è un chiaro favorito per le scommesse calcio, può pensare di fare di nuovo il colpaccio come nel 2010 (vittoria davanti a Iniesta e Xavi, che avevano trionfato ai mondiali), e nel 2019 (quando ha superato sul filo di lana l’olandese Van Dijk, campione d’Europa).

Lewa, Pallone d'Oro... 2020

Meglio però non dimenticarsi che di solito uno dei modi per farsi votare è quello di segnare tantissimo. E nessuno negli ultimi due anni lo ha fatto come Robert Lewandowski. Il polacco del Bayern Monaco è il grande deluso della scorsa stagione.

Lewa in gol in Champions contro il Benfica!

Se il Pallone d’Oro 2020 fosse stato assegnato, ci sono pochissimi dubbi che ora il centravanti ce l’avrebbe sul caminetto, dopo il Triplete dei bavaresi a suon di suoi gol. Ma il destino ha voluto altrimenti e quindi Lewa ha dovuto quasi ripetersi per tornare tra i grandi favoriti della nuova edizione.

Il fatto che il Bayern quest’anno non abbia vinto la Champions può essere un neo nella sua candidatura, ma chissà, forse i giurati penseranno che sia il caso di riparare al torto del 2020. Anche perché ragionando sul fatto che tra febbraio e settembre 2021 il polacco ha segnato almeno un gol ogni volta che è sceso in campo con la maglia della sua squadra di club, votarlo come il migliore non sembra poi così poco sensato… Secondo posto per Lewa.

I top 5 del Pallone d'Oro 2021

E se i premi contano qualcosa, difficile tenere fuori dalla lista Karim Benzema. In fondo, il suo ritorno in nazionale francese ha portato a un trofeo, la Nations League appena vinta dai Bleus. Per non parlare del suo impatto sul Real Madrid.

Un'esultanza di Benzema!

Vero, i Blancos nella scorsa stagione sono rimasti totalmente a secco, cosa che non succedeva da una vita, ma non può essere certo colpa del francese. Anzi, Benzema si è preso sulle spalle la necessità di sostituire uno come Cristiano Ronaldo e lo ha fatto in modo sensazionale, considerando che circa un gol su tre da quando è andato via il portoghese lo ha segnato lui.

Quarto posto per lo straordinario attaccante francese.

Insomma, da considerare, così come è da considerare Donnarumma, un altro che con i club non ha fatto granché ma che in compenso è stato tra i protagonisti all’Europeo. Un nome che potrebbe attirare voti, anche se ci sono più probabilità per le scommesse sportive che all’azzurro possa andare il premio Yashin, quello al miglior portiere dell’anno.

Gli italiani e la lista dei 30

A proposito di azzurri, in lista ce ne sono altri tre. Il duo difensivo della Juventus, composto da Bonucci e Chiellini, è stato fondamentale nella vittoria dell’Italia a Wembley, ma pagherà la stagione non certo esaltante dei bianconeri, che per la prima volta dopo nove anni non trionfano in campionato sotto la guida di Pirlo.

Barella in dribbling all'Olimpico!

Scudetto che invece vince l’Inter di Barella, che anche agli Europei è stato importantissimo per la squadra di Mancini, sia con il gol al Belgio che con le sue prestazioni. Difficile però che il sardo si possa aggiudicare un posto nella top 10.

Gli altri…italiani della lista sono invece quelli che nel 2021 hanno giocato anche in parte in Serie A. A partire da Cristiano Ronaldo, per continuare con Lukaku, Kjaer e Lautaro Martinez. Gli ultimi due, assieme agli juventini e a Barella, sono gli unici che sono ancora nel nostro campionato, che si aggiudica così cinque nominati.

E gli altri? La lista prevede anche altri tre calciatori del Chelsea campione d’Europa, Azpilicueta, Kanté e Mount.

Il club che la fa da padrone è però il Manchester City, che ha ben cinque nominati: De Bruyne, Ruben Dias, Foden, Mahrez e Sterling. Va molto peggio ai vicini di casa dello United, che devono accontentarsi del duo portoghese composto da CR7 e da Bruno Fernandes.

Sempre in Premier League ci sono il centravanti del Tottenham Kane e Salah, stella del Liverpool che potrebbe essere un candidato al trofeo 2022.

Spostandosi in Liga, oltre a Benzema c’è uno strano poker. Spunta di nuovo Modric, già vincitore nel 2018, così come l’eterno Luis Suarez, campione di Spagna con l’Atletico Madrid. E poi altre due sorprese, Gerard Moreno, protagonista del Villarreal che ha vinto l’Europa League e il più giovane della lista, Pedri, l’unico oltre a Messi a salvarsi dall’anno orribile del Barcellona.

In Bundesliga a fare compagnia a Lewandowski c’è ovviamente Haaland, mentre la Ligue 1 schiera tutto il tridente dei sogni del PSG: assieme a Messi ci sono anche Neymar e Mbappè. Ma nessuno dei due sembra avere possibilità di insidiare i cinque grandi favoriti…
 

La classifica finale del Pallone d'Oro 2021

Dopo i 4 dei paragrafi di cui sopra, si piazza con merito Kanté, leader indiscusso dei Blues Campioni d'Europa ad Oporto.

Il trofeo di Messi!

Subito dopo il solito Ronaldo, Salah che si candida ad essere protagonista per l'edizione del premio 2022, il tuttocampista De Bruyne, Mbappé ed, in decima posizione, l'unico vero Campione del calcio italiano, Donnarumma!

Vediamo come si piazzano gli altri tre Azzurri nella classifica dei trenta: Chiellini e Bonucci, tredicesimo e quattordicesimo, e non potevano che terminare l'uno di seguito all'altro, Nicolò Barella al numero 26.

*Le immagini dell'articolo sono distribuite da AP Photo. Prima pubblicazione 3 novembre 2021.

Sull'autore
Di
Ermanno Pansa

Ermanno è un grande appassionato di sport, in particolare del calcio, vissuto a 360°: come professionista e come tifoso. Ha seguito tutte le fasi finali delle manifestazioni internazionali degli ultimi 15 anni, Mondiali ed Europei.

Amante degli incontri ricchi di gol, collabora quotidianamente con il blog di 888sport, per il quale rappresenta una costante fonte di idee.

 

Articoli Correlati

I TRE LEONI

CRIPTOCALCIO

LA GERMANIA

PRESTITO CON OBBLIGO

87 MILIONI PER MAGUIRE