Ventitré giorni, ventuno tappe e 3470 chilometri per riportare il grande ciclismo al centro del mondo sportivo. Da sabato 29 agosto partirà l’edizione 2020 del Tour de France, e le sorprese non mancano di certo! A cominciare dagli “assenti” del Team INEOS, che ha deciso di non convocare Geraint Thomas e Chris Froome, che saranno rispettivamente capitani al Giro e alla Vuelta in questa stagione.

A guidare il Team INEOS sarà l’ultima maglia gialla Egan Bernal, capace di vincere il Tour nel 2019 a soli 22 anni.

Come già analizzato su questo blog, l'organizzazione del Tour ha superato un valore complessivo di 160 milioni di euro, con una percentuale del 50% del fatturato complessivo derivante dalla cessione dei diritti tv, per l'Italia RAI ed Eurosport!

I bookmakers di 888sport, tra l'altro, hanno pubblicato le quote per

Testa a Testa

A sfidare il colombiano sarà Primoz Roglic, che viene dato addirittura come favorito dai quotisti di 888sport.it (1.72 la quota dello sloveno nel testa a testa con il colombiano, che invece è quotato 2.00). Il classe 1989 ha dominato l’ultima edizione della Vuelta ed ora punta alla maglia gialla. Nell’ultimo mese Roglic è stato incredibile, a tratti dominante, ma la sua caduta al Delfinato pone dei dubbi sulle sue condizioni fisiche, specialmente per i primi giorni del Tour.

Egan Bernal in maglia gialla sugli Champs-Elysees!

Attenzione agli outsider, a cominciare da Tadej Pogacar. Lo sloveno, connazionale di Roglic, ha condiviso con il campione della Vuelta il podio in Spagna. Il terzo posto nella corsa spagnola ha rivelato al Mondo il talento di Pogacar, che ora al Tour vuole stupire. Il testa a testa con lo spagnolo Miguel Angel Lopez lo vede nettamente favorito (@1.45) e sembra una quota “sicura” visto che lo sloveno può puntare ad entrare tra i primi cinque, mentre l’obiettivo massimo per lo spagnolo è la top ten.

Per gli appassionati di scommesse da tenere d'occhio l’esperienza di Tom Dumoulin e Thibaut Pinot, anche se in condizioni  fisiche non eccezionali, vista la scarsa preparazione con la quale affrontano il Tour. Tra gli outsider impossibile non inserire Richard Carapaz, vincitore del Giro d’Italia lo scorso anno e pronto a vincere anche al Tour.

Le quote di 888sport!

Classifica giovani

Tra i migliori giovani il favorito per la vittoria della maglia bianca è Egan Bernal, ma anche qui c’è un duello molto interessante con Tadej Pogacar. Nel testa a testa è nettamente favorito il colombiano (@1.38), ma le sue prestazioni altalenanti possono far pendere la bilancia verso lo sloveno e la quota @2.80 è molto interessante.

Classifica a punti

Il dominio totale per le scommesse ciclismo di Peter Sagan nella classifica a punti negli ultimi anni difficilmente verrà ribaltato quest’anno. Il testa a testa con Van Aert è nettamente sbilanciato in favore dello slovacco (@1.20), per chi vuole puntare sugli italiani è interessante il duello tra Elia Viviani e il francese Coquard, entrambi a quota 1.85 ma l’azzurro può partire favorito. 

Le quote per la nazionalità del vincitore!

La prima tappa e le curiosità

La prima tappa durerà 156 chilometri e si svilupperà a Nizza, con due Gran Premi della Montagna di terza categoria e un arrivo per velocisti. Molto interessante il testa a testa tra Sagan e Nizzolo, con l’italiano favorito a 1.75 ma attenzione allo slovacco che vuole partire con la maglia gialla e un suo arrivo davanti a Nizzolo paga 1.95. Il Tour da sempre è stato caratterizzato dal tricolore italiano.

Il primo vincitore del Tour infatti è l’italo-francese Maurice Garin. Nato e cresciuto in Italia, a 14 anni il corridore si è trasferito in Francia e a 30 anni ha ottenuto la cittadinanza francese, due anni prima del primo trionfo al Tour nel 1903. Sono stati sette gli italiani capaci di vincere il Tour de France, il primo fu Ottavio Bottecchia nel 1924, capace poi di replicare nel 1925. Dopo di lui hanno vinto Bartali, Coppi, Nencini, Gimondi, Pantani e l’ultimo è stato Vincenzo Nibali nel 2014.

Quattro corridori hanno vinto cinque volte il Tour de France, e a questi non potrà aggiungersi Chris Froome, fermo a quota 4 e non convocato dalla INEOS. I quattro pentacampioni sono Jacques Anquetil, Eddy Merckx, Bernard Hinault e Miguel Indurain. Il cannibale belga Eddy Merckx detiene i record di vittorie di tappa con ben 34 successi e di maglie gialle, ben 111 nella sua carriera.

Con la vittoria dello scorso anno il colombiano Egan Bernal è diventato il terzo “non europeo” ad aggiudicarsi il trofeo. Prima di lui c’erano riusciti solamente l’americano LeMond in tre occasioni e l’australiano Cadel Evans nel 2011. 

*Le immagini dell'articolo sono di Thibault Camus (AP Photo); le grafiche di Ivan Garcia. Le quote sono aggiornate al 28 agosto 2020.

Sull'autore
Di
Ermanno Pansa

Ermanno è un grande appassionato di sport, in particolare del calcio, vissuto a 360°: come professionista e come tifoso. Ha seguito tutte le fasi finali delle manifestazioni internazionali degli ultimi 15 anni, Mondiali ed Europei.

Amante degli incontri ricchi di gol, collabora quotidianamente con il blog di 888sport, per il quale rappresenta una costante fonte di idee.

Articoli Correlati
Halloween, la festa dello sport negli USA: tutti gli eventi di fine ottobre

Lo sport ad Halloween

Il Calendario Sportivo 2021

Calendario 2021

I 5 inni nazionali da brividi

Gli inni più amati!

NFL, caos per i Redskins: Washington pronta a cambiare nome

Washington Football Team

 

 

14 edizioni internazionali per Runner's World!

I periodici sportivi