Nonostante abbia risentito del maledetto 2020 come gli altri grandi club europei, l’Atletico Madrid è da sempre una delle società più attenta ai conti. Basterebbe pensare che, pur essendo ormai stabilmente tra i top club continentali, i Colchoneros non hanno mai comunque smesso di fare compravendita di calciatori, la formula che nel corso degli anni ha portato la squadra di Simeone a trovare sempre nuova linfa anche quando le stelle lasciavano prima il Vicente Calderon e poi il Wanda Metropolitano.

Antoine Griezmann il più pagato

Oblak e Suarez sul podio Atletico

Gli ingaggi a 7 milioni di euro 

Il rinnovo di Gimenez

I calciatori Colchoneros a 3 milioni l'anno

Trippier e gli altri

Che il Cholo sia un valore aggiunto, si capisce anche dal fatto che ora che Messi non è più al Barcellona, il tecnico argentino è il tesserato meglio pagato della Liga, considerando il suo stipendio da 24 milioni di euro a stagione. Il che significa anche che il calciatore biancorosso che guadagna di più…resta comunque sotto al suo allenatore. Ma chi sono i Paperoni dell’Atletico?

Antoine Griezmann il più pagato

Il calciatore più pagato è, neanche a dirlo, Antoine Griezmann. Il Piccolo Diavolo è tornato a Madrid dopo due stagioni in chiaroscuro al Barcellona, che lo aveva pagato, tra clausole e indennizzi, quasi 150 milioni di euro. I conti dei blaugrana però hanno costretto il Barça a disfarsi del francese, che ha preso la palla al balzo per vestire di nuovo il biancorosso.

Il gol al Liverpool di Antoine Griezmann!

La formula molto vantaggiosa (prestito con diritto di riscatto a 40 milioni) del suo trasferimento prevede però che i Colchoneros si accollino il suo oneroso stipendio da 20 milioni a stagione almeno fino al giugno 2022. Poi, si vedrà.

Oblak e Suarez sul podio Atletico

Il ritorno di Griezmann fa scendere dalla vetta l’altra stella dell’Atletico, l'estremo difensore Jan Oblak. Lo sloveno ha firmato un contratto fino al 2023 che gli permette di guadagnare 10 milioni di euro netti ed essere tra i portieri più pagati al mondo, ma sarà fondamentale convincerlo a rinnovare, prima che qualche big decida di tentarlo.

Oblak!

Al terzo posto arriva il Pistolero. Luis Suarez è stato il primo grande taglio del Barcellona, che ha deciso di non rinnovargli il contratto nell’estate 2020. Pur di rimanere in Spagna, però, l’uruguaiano ha accettato un taglio importante ai 15 milioni che percepiva al Camp Nou.

Per accasarsi all’Atletico e portarlo alla vittoria della Liga da outsider per i siti di scommesse, Suarez ha firmato un contratto fino al 2022 da circa 8 milioni di euro a stagione. Visti i risultati, soldi spesi davvero in modo intelligente!

Gli ingaggi a 7 milioni di euro 

Dietro di lui arriva un senatore della squadra: Koke. Il centrocampista, che pure non sta trovando troppo spazio in questo ultimo periodo, ha firmato il suo ultimo rinnovo per circa 7,5 milioni di euro netti a stagione, legandosi all’Atletico fino al 2024.

Su cifre molto simili anche la strana coppia formata da Joao Felix e da Yannick Carrasco. Il portoghese, successore designato di Griezmann, è sotto contratto fino al 2026 con il club madrileno per una cifra che si aggira sui 7,2 milioni netti a stagione. E Simeone farà meglio a farlo convivere con il francese per non…sprecare così tanti soldi.

Il belga invece è un caso molto particolare, visto che il suo stipendio (anche per lui 7,2 milioni, ma fino al 2024) è addirittura già spalmato. L’esterno ha infatti firmato un accordo con l’Atletico per ricevere in più anni quello che gli avrebbe garantito in due stagioni il suo vecchio club, quello cinese del Dalian.

Yannick Carrasco contro il Liverpool!

 

Il rinnovo di Gimenez

Uno dei rinnovi più desiderati in casa Atletico è quello di Josè Maria Gimenez. Il centrale uruguaiano ha messo nero su bianco il nuovo accordo con l’Atletico nella scorsa estate: rimarrà al Wanda Metropolitano fino al 2025 guadagnando circa 5 milioni di euro a stagione.

Gimenez in contrato con Mitrovic del Getafe

Da trovare invece un punto di convergenza con Thomas Lemar. Il trequartista è arrivato a Madrid con cartellino e ingaggio da top player, ma deve ancora dimostrare molto. Per lui l’accordo scade nel giugno 2023 e prevede 3,8 milioni a stagione.

Poco meno guadagna il poliedrico Marcos Llorente. Il nipote del grande Gento è quello con il contratto più lungo, avendo firmato addirittura fino al 2027 per circa 3,6 milioni di euro a stagione.

Su quelle cifre anche il contratto di uno degli ultimi arrivati, Rodrigo de Paul. L’argentino ex Udinese ha accettato un accordo fino al 2026 che gli garantisce 3,5 milioni all’anno.

I calciatori Colchoneros a 3 milioni l'anno

Scendendo verso i tre milioni a stagione arrivano altri fedelissimi di Simeone. Come il brasiliano Renan Lodi, che si è preso la fascia sinistra alla fine dell’era Filipe Luis e per farlo ha accettato un contratto fino al 2025 che gli fa guadagnare circa 3,3 milioni a stagione.

A tre milioni invece c’è un nutrito gruppetto, in situazioni però molto diverse. Felipe ed Hector Herrera sono in scadenza di contratto a giugno 2022 e non è affatto detto che nella prossima stagione saranno ancora all’Atletico. Discorso diverso per Geoffrey Kondogbia, che ha un accordo fino al 2024, ma soprattutto per Matheus Cunha.

L’attaccante brasiliano è appena arrivato e ha firmato un contratto che lo legherà ai Colchoneros fino al 2026.

Andando ancora più giù, a 2,7 milioni a stagione fino al 2024 c’è Mario Hermoso, che rispetto alla sua importanza in rosa guadagna relativamente poco. Il difensore centrale però paga l’arrivo da un club di medio cabotaggio come l’Espanyol. Così come Angel Correa, portato in Spagna quando era poco più che un ragazzino e cresciuto praticamente nel club. Anche per questa…riconoscenza l’argentino, che pure si è laureato campione del Sudamerica con l’Albiceleste, è fermo a 2,6 milioni di euro a stagione, in attesa di un rinnovo più sostanzioso.

Trippier​​​​​​​ e gli altri

A due milioni arriva.. quel che resta della rosa (o quasi): Sime Vrsaljko, Kieran Trippier e Stefan Savic. Il serbo è quello con il contratto più lungo, avendo rinnovato con il club fino al 2024.

Scadenza 2023 invece per l’inglese, primo marcatore nella semifinale Mondiale 2018 per le scommesse live, che paga l’essere arrivato alla notorietà alla soglia dei trent’anni e che ora difficilmente potrà chiedere di più.

Trippier​​​​​​​ contro il Liverpool in Champions nel 2020!

Addio molto vicino, infine, per il croato, che è stato acquistato dopo le ottime prestazioni in Italia e con la nazionale, ma che tra infortuni e prestazioni non proprio convincenti non è mai stato troppo utilizzato da Simeone. In chiusura, un calciatore che non è neanche di proprietà dell’Atletico: il portiere di riserva Benjamin Lecomte è arrivato in prestito e quindi il suo contratto da 1,5 milioni netti a stagione scadrà nel 2022.

Quando di certo l’Atletico avrà già pensato a un rimpiazzo. Del resto, da quelle parti funziona così: tutti utili e nessuno indispensabile. Beh, magari nessuno tranne il Cholo!
 

*Le immagini dell'articolo sono distribuite da AP Photo.  Prima pubblicazione 19 novembre 2021.

Sull'autore
Di
Ermanno Pansa

Ermanno è un grande appassionato di sport, in particolare del calcio, vissuto a 360°: come professionista e come tifoso. Ha seguito tutte le fasi finali delle manifestazioni internazionali degli ultimi 15 anni, Mondiali ed Europei.

Amante degli incontri ricchi di gol, collabora quotidianamente con il blog di 888sport, per il quale rappresenta una costante fonte di idee.

 

Articoli Correlati

La Siviglia League

Gli ingaggi del Barça

Il Real Madrid

Gli stipendi del Real

Difesa a 3 o a 4