TUTTE LE QUOTE PER SCOMMETTERE SULLA NBA CON 888SPORT.IT

Il ritorno di Gordon Hayward dopo l’infortunio, l’impatto di Kawhi Leonard a Toronto e tante outsider. Questa sarà la stagione NBA per le squadre della Eastern Conference, dove si sente pesantissima l’assenza di LeBron James, passato ai Los Angeles Lakers dopo aver detto addio ai suoi Cleveland Cavaliers. I Cavs provano a ripartire da Collin Sexton, rookie da Alabama che cercherà di guidare la squadra quantomeno ai Playoff. Difficile l’impresa per Cleveland, che quasi certamente dovrà cedere il titolo della Eastern Conference dopo quattro successi consecutivi. Al gruppo dello scorso anno, Stevens potrà aggiungere da subito un Kyrie Irving al massimo della condizione, dopo che ha dovuto saltare tutti i Playoff per un infortunio. E’ tornato a pieno regime anche Gordon Hayward, arrivato lo scorso anno nella Free Agency ma in pratica mai utilizzato vista la rottura della caviglia nell’opening night della passata stagione a Cleveland. Nel video alcune immagini dei migliori momenti dei Celtics della passata stagione.

Chi sarà la vera antagonista di Boston quest’anno? Sarà il giovane gruppo talentuoso di Philadelphia o la classe di Kawhi Leonard, nuova stella di Toronto? L’ormai ex fuoriclasse di San Antonio è riuscito a ottenere ciò che voleva, ovvero lasciare gli Spurs e trovare un nuovo progetto tecnico. Si è parlato a lungo dei Lakers, ma l’arrivo di LeBron ha temporaneamente chiuso le porte dei gialloviola. Ecco che si è presentata l’occasione Raptors, con Toronto che ha deciso di rinunciare anche a DeMar DeRozan, principale protagonista dei canadesi nelle ultime stagioni.

Una decisione apparentemente rischiosa, visto che Leonard ha il contratto in scadenza al termine di quest’anno. L’intenzione dei Raptors però è chiara, dare uno scossone a un gruppo che non è mai riuscito a fare il definitivo salto di qualità nei Playoff. Ci proverà Leonard a guidare i canadesi quantomeno alle finali di Conference, obiettivo raggiunto solamente nella stagione 2015-16 prima di venir eliminati da LBJ e i Cavs. Nelle ultime due campagne Playoff due pesantissime eliminazioni in semifinale di Conference per 4-0 sempre contro Cleveland. Nel contributo video, le straordinarie immagini di Kawhi Leonard.

L’altra antagonista annunciata è Philadelphia, con il giovane gruppo dei Sixers che va alla caccia del grande obiettivo in questa stagione. È l’anno della verità per i ragazzi di Brett Brown, tornati ai Playoff dopo anni di difficoltà e che ora vogliono arrivare fino in fondo. Confermato sostanzialmente il roster dello scorso anno, con la partenza di Belinelli che potrebbe lasciare un vuoto importante in uscita dalla panchina. Il totem offensivo e difensivo del sistema dei Sixers sarà Joel Embiid, dominante se dovesse riuscire ad avere continuità fisica senza subire alcun infortunio. A far girare la squadra sarà Ben Simmons, “playmaker” di 210 cm  che ha incantato la NBA nel suo primo anno tra i Pro. Il Rookie Of The Year dovrà però cercare di trovare più soluzioni offensive e ampliare il suo raggio di tiro, limite che alla lunga può condizionare il gioco dell’australiano. L’incognita della stagione dei Sixers è la prima scelta assoluta del draft 2017, la guardia da Washington Markelle Fultz. Annata travagliata per il giovane di Philadelphia quella passata, vissuta quasi interamente ai box per un problema alla spalla che gli ha creato problemi importanti anche sulla meccanica di tiro. Dovrà essere Fultz il terzo violino in attacco per i Sixers, per cercare di togliere pressione al duo Embiid-Simmons, che comunque ha già saputo condurre Philadelphia alle semifinali di Conference nella loro prima avventura ai Playoff. 

Alle spalle di Philadelphia e Toronto molto, moltissimo equilibrio. Gli occhi della NBA saranno puntati indubbiamente su Milwaukee, visto che tutti si aspettano una stagione da urlo di Giannis Antetokoumpo. “The Greak Freak” è tra i favoriti al premio di MVP e cercherà di guidare i Bucks ai Playoff e magari a vincere anche il primo turno nella post-season. Interessante vedere l’impatto di Dwight Howard a Washington con il duo Wall-Beal, se l’ex Magic e Lakers dovesse riuscire a integrarsi bene i Wizards possono essere squadra pericolosa ad est. In coda alla Eastern Conference tante squadre in fase di ricostruzione, incuriosiscono i Bulls e i Knicks, alla ricerca di buone notizie dopo anni molto molto difficili.

TUTTE LE QUOTE DELLA EASTERN CONFERENCE PER SCOMMETTERE CON 888SPORT.IT

Secondo i quotisti di 888sport.it sarà una corsa a tre per prendere il posto dei Cavs, con i Boston Celtics di Brad Stevens arrivati già lo scorso anno in finale di Conference e sconfitti in gara-7 da un super LeBron dopo esser andati sopra 3-2 nella serie, favoriti @1.95. Seguono @4 Philadelphia e @4.5 i Raptors. Interessante anche la quota di Milwaukee @17. I Cleveland, orfani della loro stella, precipitano a quota 51.

Boston apre la stagione NBA stasera proprio contro Philadelphia: la vittoria dei Celtics si gioca su 888sport.it @1.50.

Sull'autore
Di
Ermanno Pansa

Ermanno è un grande appassionato di sport, in particolare del calcio, vissuto a 360°: come professionista e come tifoso. Ha seguito tutte le fasi finali delle manifestazioni internazionali degli ultimi 15 anni, Mondiali ed Europei.

Amante degli incontri ricchi di gol, collabora quotidianamente con il blog di 888sport, per il quale rappresenta una costante fonte di idee.

Articoli Correlati
Telerium | Telerium Sport | Telerium TV

Streaming libero

NBA Finals, la sorpresa e la certezza: supersfida tra Heat e Lakers

LeBron contro Miami

Il calcio ed il basket: una storia di successi

Phonola = vittorie


 

Il basket tricolore rallenta la crescita!

Equilibrio in campo e nei numeri

Come scommettere sul basket

I fattori decisivi