Con la semifinale raggiunta a Parigi, Sinner ha un parziale di 33-3 nell'anno solare 2024, con una fantastica percentuale di vittorie del 91,6%!

Proprio mentre giocava il terzo set contro Dimitrov nei quarti di Parigi, con l'ufficialità del ritiro di Djokovic, dopo le due battaglie vinte dallo stoico serbo contro Musetti e Cerundolo, il 4 giugno 2024, in attesa della pubblicazione della prossima classifica ATP, Sinner diventa il numero 1 del Mondo!

L'inizio del 2024, anche grazia alla travolgente competenza dello staff che lo segue a partire dal supercoach, dello Jannik Nazionale è clamoroso: erano ben 8 anni, infatti, che un tennista non arrivava almeno ai quarti di finale nei primi 4 Masters 1000 stagionali.

Prima della semifinale di Indian Wells persa con Alcaraz, tra l'altro, sono state 19 le vittorie consecutive, superato il precedente record di Panatta per il tennis italiano, considerando gli ultimi 3 incontri, straordinari per intensità e qualità di gioco, di Davis dell'inverno 2023...

Nel primo slam stagionale, vincendo la sua sesta partita al quinto set, la seconda ribaltata da due set di svantaggio, Sinner il 28 gennaio 2024 in Australia si aggiudica, con grande merito, il suo primo torneo dello Slam!

Solo due mesi prima, al termine della migliore stagione di sempre di un atleta azzurro (almeno per il momento...), Sinner, con 5 incontri vinti tra singoli e doppi nei mitici 4 giorni di Malaga, il 26 novembre 2023, da leader della squadra, ci regala, a ben 47 anni di distanza, la seconda Coppa Davis della storia del tennis italiano.

In Andalusia, Jannik è stato decisivo nei quarti con l'Olanda e freddo nella finale contro l'Australia. Per spiegare cosa ha fatto nel sabato contro la Serbia, quando ha superato Djokovic, dopo avergli annullato 3 match points consecutivi, l'aggettivo più appropriato è un altro: leggendario!

Solo la settimana precedente, Sinner era stato l'assoluto protagonista delle ATP Finals a Torino, Jannik, dopo 3 successi nel girone verde e una straordinaria semifinale, superando in sequenza tutti i rivali più complicati e conquista la sua lode, perde solo in finale contro Djokovic, al settimo successo nelle ATP Finals!

In ogni caso, Sinner ed il 2023 hanno rappresentato l'annata migliore di sempre di un tennista Azzurro!

Andando a ritroso, domenica 29 ottobre, Sinner vince a Vienna il suo decimo torneo nella sua tredicesima finale in carriera; al termine di un match sensazionale, con un servizio al limite della perfezione, Jannik batte Daniil Medvedev per la seconda volta consecutiva, in una sfida da ben 250 punti giocati!

L'anno 2023 per il tennista azzurro resterà incredibile, con 56 vittorie in singolare, ed un meritatissimo quarto posto nel ranking ATP!

Dopo essersi aggiudicato il 13 agosto 2023, battendo nettamente Alex de Minaur, il primo Masters 1000, Sinner, superando, finalmente, Medvedev, trionfa anche a Pechino ed arriva a 9 trofei vinti: nella finale del pomeriggio di mercoledì 4 ottobre, Jannik ha messo a segno l'incredibile numero di 28 colpi vincenti, lasciando a 2 il fortissimo Daniil in entrambi i tie-break!

Pur essendo molto giovane (è nato nel 2001), Jannik Sinner è già considerato uno dei migliori tennisti italiani di tutti i tempi e con Lollo Musetti formerà una coppia davvero straordinaria!

L’altoatesino di San Candido ha raggiunto la Top 10 del ranking ATP, con il sesto posto mondiale come miglior ranking di sempre, oltre ad aver raggiunto i quarti di finale di tutti e quattro i tornei del Grande Slam.

Tra i suoi primati ci sono anche quello di tennista tricolore più giovane ad aggiudicarsi un torneo ATP, nonché l’unico italiano in grado di imporsi in quattro tornei nella stessa stagione. Il confronto tra Sinner e Alcaraz ci appassionerà nei prossimi lustri! 

Le statistiche di Sinner parlano di 13 tornei vinti, gli stessi titoli di Alcaraz: quando il talento dai capelli rossi arriva all’ultimo atto è davvero difficile tenergli testa.

Per ciò che concerne gli slam, dopo 4 tentativi terminati sempre ai quarti di finali, al quinto, a Wimbledon 2023, Sinner ha raggiunto le semifinali in un torneo del grande slam, anche grazie ad un tabellone favorevole con 5 avversari fuori dai primi 50 nella classifica ATP!

Se a Londra, Jannik ci aveva esaltato, in Australia è entrato nella leggenda: alla Rod Laver Arena di Melbourne, infatti, domenica 28 gennaio 2024 vince il suo primo Slam in carriera!

Ma quali sono le tredici meraviglie dell’altoatesino?! Analizziamole, una per una, a partire dal 2020!!!

1. ATP 250 SOFIA EDIZIONE 2020

Il primo titolo ATP Sinner lo conquista nel novembre 2020, al Sofia Open, torneo di categoria ATP 250.

L’azzurro parte bene regolando prima l’ungherese Fucsovics e poi lo svizzero Hüsler in due set, prima di affrontare ai quarti di finale l’australiano De Minaur, numero 3 del seed. Sinner perde il primo set al tie-break, ma poi conquista il passaggio in semifinale imponendosi per 6-7, 6-4, 6-1.

Sinner a Sofia

Al penultimo atto l’avversario è un’altra delle teste di serie, ovvero il francese Mannarino, battuto però per 6-3, 7-5.

La prima finale di un torneo ATP della sua carriera Sinner la gioca contro il canadese Pospisil. È un match davvero equilibrato, anche per le quote delle scommesse, in cui il talento di San Candido si impone solo al tie-break del terzo set, con il risultato finale di 6-4, 3-6, 7-6.

2. ATP 250 MELBOURNE 2021

Seconda finale e seconda vittoria per Sinner a febbraio 2021, nella prima e unica edizione del Great Ocean Road Open di Melbourne.

L’azzurro, testa di serie numero 4, entra al secondo turno e ha vita facile contro l’australiano Vukic e lo sloveno Bedene, prima di soffrire un po’ contro il serbo Kecmanovic ai quarti di finale.

Il match più complicato è certamente la semifinale contro il russo Chacanov, numero 2 del seed, quando a Sinner ci vogliono due tie-break vinti (7-6, 4-6, 7-6) per approdare in finale.

L’ultimo atto è un inedito derby in finale contro Stefano Travaglia, vinto dall’altoatesino per 7-6, 6-4.

3. ATP 500 WASHINGTON EDIZIONE 2021

Dopo la finale persa a Miami contro Hurkacz ad aprile, Sinner si rifà di nuovo a inizio agosto, negli Stati Uniti con il Washington Open, il suo primo torneo ATP 500 vinto.

L’azzurro parte dal secondo turno come testa di serie numero 5 e non concede neanche un set agli avversari fino alla finale. Sinner batte il finlandese Ruusuvuori e una serie di statunitensi, a partire da Korda, per poi proseguire con Johnson e Brooksby.

Nella finalissima arriva l’ennesimo avversario a stelle e strisce, Mackenzie McDonald e stavolta il match è molto tirato. Alla fine Sinner si impone al terzo set, per 7-5, 4-6, 7-5.

4. ATP 250 SOFIA EDIZIONE 2021

Il mese di ottobre 2021 comincia con un altro viaggio a Sofia, per bissare la vittoria ottenuta nel 2020. Sinner parte con la testa di serie numero 1 e da campione in carica e stavolta fa percorso pieno, aggiudicandosi il torneo senza perdere neanche un set.

Gli avversari battuti sono il bielorusso Herasimau, l’australiano Duckworth e il serbo Kraijnovic, prima di affrontare in finale il francese Gael Monfils, numero 2 del seed. Nel match decisivo l’azzurro vince senza troppi problemi con un buon 6-3, 6-4.

5. ATP 250 ANVERSA EDIZIONE 2021

Il 2021 di Sinner si chiude con il poker, sul cemento dell’European Open di Anversa. L’azzurro parte anche in questo caso come testa di serie numero 1 e conferma il suo ottimo stato di forma non lasciando neanche un set a nessuno.

Al secondo turno c’è il derby tricolore contro Lorenzo Musetti, poi ai quarti la sfida con il francese Rinderknech e in semifinale quella con il sudafricano Lloyd Harris. Nella finalissima Sinner si trova di fronte l’argentino Diego Schwartzmann, numero 2 del torneo, ma il risultato non lascia dubbi sulla forma di Sinner, che si impone con un netto 6-2, 6-2.

6. ATP 250 UMAG EDIZIONE 2022

Nel 2022 arriva una sola vittoria, ma è parecchio importante sia per la superficie che per l’avversario in finale. A luglio Sinner si impone al Croatia Open Umag, che si gioca sulla terra rossa, il suo primo trionfo su questa tipologia di superficie.

Sinner parte dal secondo turno come testa di serie numero 2 e batte prima due spagnoli (Munar e Carballes Baena), per poi imporsi in semifinale in un derby contro Franco Agamenone.

Il rovescio di Sinner

In finale però c’è l’altra stella nascente del tennis europeo, lo spagnolo Carlos Alcaraz, peraltro campione uscente ad Anversa.

L’ultimo atto è una straordinaria maratona dalla quale esce vincitore Sinner, che perde il primo set al tie-break, ma poi non lascia scampo allo spagnolo imponendosi per 6-7, 6-1, 6-1.

7. ATP 250 MONTPELLIER EDIZIONE 2023

Il settimo torneo vinto dall’altoatesino è di nuovo sul cemento, nel febbraio 2023. Sinner si impone nell’Open Sud de France a Montpellier, giusto una settimana prima di perdere un’altra finale, a Rotterdam contro Medvedev.

In Francia l’azzurro è la testa di serie numero 2, ma in pratica comincia a giocare dai quarti, grazie al bye nel primo turno e al walkout di Fucsovics nel secondo.

La prima sfida è un derby contro Lorenzo Sonego, vinto in due set, mentre in semifinale Sinner batte il francese Fils. Il match che vale il titolo è contro lo statunitense Maxime Cressy, battuto con un 7-6, 6-3, per quella che è la settima meraviglia del talento di San Candido.

8. MASTERS 1.000 TORONTO EDIZIONE 2023

Jannik il 13 agosto 2023 vince nettamente la finale con l'australiano Alex de Minaur e si aggiudica, sul cemento canadese, il primo 1.000 della sua clamorosa carriera.

Da evidenziare che in Ontario, dopo aver beneficiato di un bye al primo turno, come le altre prime sette teste di serie del torneo, al secondo, Sinner ha battuto Super Matt Berrettini, nel primo confronto diretto in un match ufficiale con il romano.

La gioia di Sinner

Con la convinzione e la netta impressione che non sarà di certo l’ultima per il tennista sponsorizzato Nike!

9. ATP 500 PECHINO 2023

La settimana che coincide con il ritorno di un tennista azzurro nei primi 4 posti del ranking ATP non poteva che concludersi con un risultato meraviglioso: il nono successo in carriera!

Con una prestazione straordinaria, Sinner, vincendo entrambi i set al tie-break, spezza, al settimo tentativo, il tabù Medvedev e vince a Pechino il suo nono torneo in carriera. Il livello del Daimond Court cinese vale ben più di un ATP 500 come ha fotografato la semifinale superata da Jannik contro il suo avversario del presente e del futuro, Carlos Alcaraz! 

10. ATP 500 VIENNA 2023

In Austria, Jannik è praticamente di casa, in un torneo che ha sempre disputato, da quando è diventato Pro.

Perfetto contro Shelton, nel derby con Sonego, davanti a Tiafoe e Rublev, accede all'atto conclusivo con l'unico momento di difficoltà in semi contro il tennista di Mosca.

Se il cammino iniziale è incoraggiante, la finale è da leggenda: strappando il servizio al vincitore degli US Open 2021 in game record da 32 punti,, Sinner batte nuovamente Medvedev: 7-6 4-6 6-3 il punteggio finale in tre ore di gioco.

11. AUSTRALIAN OPEN 2024

Dal primo turno contro Botic van de Zandschulp al quarto di finale stravinto contro un buon Rublev, Jannik non ha mai perso un set ed ha giocato sono un tie break proprio con il tennista di Mosca.

Perfetto, appunto, fino alla semifinale, Jannik domina, come in Coppa Davis, Djokovic in 4 set.

Nell'atto conclusivo, recupera con una sicurezza incredibile, uno svantaggio iniziale di 0-2 nella quarta vittoria consecutiva contro Medvedev, suo incubo sportivo all'inizio della carriera: 3-6 3-6 6-4 6-4 6-3 il punteggio finale di una partita che con il commento frizzante di Jacopo Lo Monaco su Eurosport ha tenuto incollati gli italiani alla TV, segnando un record di ascolti

Sinner è il primo tennista italiano a vincere un titolo di singolare nello Slam australiano. Solo tre i set ceduti in tutto il torneo per l'atleta più forte del Mondo nel 2024!

12. ATP 500 ROTTERDAM 2024

A Rotterdam, il 18 febbraio 2024 Sinner conquista il suo dodicesimo torneo in carriera, succedendo nell'albo d'oro a Medvedev che lo aveva sconfitto nella finale della scorsa edizione sul veloce campo olandese!

Botic van de Zandschulp, liquidato con un duplice 6-3. è il suo primo avversario anche quando rientra in Europa e gioca, da numero 1 del seeding sul veloce campo olandese.

Agli ottavi Sinner cede un set al francese Monfis, ai quarti vince il tie break con Raonic che poi si ritira, mentre in semifinale non perde mai il servizio nel 6-2 6-4 contro l'altro atleta di casa, Tallon Griekspoor.

In finale, davanti ai 15.000 dell'impianto indoor olandese, in un match più equilibrato del previsto contro il suo avversario... preferito, Alex de Minaur (sette su sette le sfide dirette tra Jannik e l'idolo di Sydney), strappa il servizio nel primo set all'australiano  e chiude in 64', nonostante una percentuale molto bassa sulle seconde di servizio, 7-5, al set point numero cinque con un chirurgico ace, con un parziale finale di 8 punti a 2!.

Anche nel secondo set, davanti alla migliore versione dei colpi piatti di Alex de Minaur, Sinner, approfittando di due doppi falli e due errori di rovescio commessi dal suo avversario nel quinto game,  si porta avanti; dopo 3 break consecutivi, Sinner, domenica 18 febbraio 2024 festeggia, in un colpo solo, da imbattuto nell'anno solare, il titolo numero 12 e la terza posizione nel ranking ATP!

13. A Miami Sinner fa un 13 da secondo posto

Il titolo numero 13 coincide con il raggiungimento del secondo posto nella classifica ATP: alla terza finale a Miami (19-3 il record totale di Jannik nelle 4 partecipazioni al prestigioso torneo in Florida), Sinner vince il suo secondo Master 1000 in carriera e, considerando i 600 punti da difendere rispetto all'edizione precedente, supera Alcaraz nel ranking. Sono 60 le partite vinte da Sinner nei tornei 1000 del circuito.

Jannik inizia la sua cavalcata al secondo turno, battendo in due set Vavassori e confermando il clamoroso 100% di vittorie nelle sfide tricolori. Ai sedicesimi, perde il primo set contro il gigante olandese Griekspoor: 5-7, 7-5, 6-1. Non semplice il turno successivo contro il servizio dell'australiano Christopher O'Connell.

Superato senza problemi il classe 2000 Tomas Machac ai quarti, il vero capolavoro Jannik lo realizza in semifinale: in soli 69' di gioco strapazza, infatti, l'ex bestia nera, Medvedev, al quale lascia solo 3 games.

A partire da Pechino 2023, sono 5 (ben 3 in finale) i successi consecutivi di Jannik, sempre favorito dai quotisti delle scommesse tennis, su Daniil, dopo le iniziali 6 vittorie del Campione degli Us Open 2021.

Sinner a Miami

In finale, in una sfida che nel 2023 a Miami si era giocata al primo turno, supera l'ottimo Dimitrov, l'altro protagonista assoluto del torneo e di un inizio 2024 molto brillante: nel primo set, dopo aver salvato una palla break, strappa il servizio all'avversario nel terzo turno di battuta del bulgaro. Break consolidato, praticamente ingiocabile quando entra la prima, chiude 6-3 in 43' la prima partita con un passante spettacolare.

Nel secondo Gregor prova all'inizio a rimanere attaccato alla sfida, ma Sinner è troppo solido e strappa per la terza volta il servizio a Dimitrov nel 4 gioco: 6-3, 6-1 il risultato finale!

*Le immagini dell'articolo sono distribuite da Alamy.

Francesco vive di sport, di storia e di storie di sport. Dai Giochi Olimpici antichi a quelli moderni, dalle corse dei carri a Bisanzio all'Olanda di Cruijff, se c'è competizione o si tiene un punteggio, lui si appassiona sempre e spesso e volentieri ne scrive.